La pipì a letto: cosa fare?

pipìLa pipì a letto, chiamata anche enuresi notturna, è un disturbo involontario di urina che viene emessa durante la notte e questo piccolo inconveniente interessa moltissimi bambini, ma il disagio può essere superato adottando alcuni semplici accorgimenti. La perdita di urina dovuta ad una mancanza involontaria di controllo del meccanismo che regola sia la formazione che l’emissione della stessa urina non è una malattia, ma è una condizione normale e fisiologica del bambino fino ad un anno di età, visto che non ha ancora padronanza nel riconoscere lo stimolo della vescica. Entro il 5° anno di età, il bimbo diventa autonomo e acquisisce il controllo della vescica. Oltre la soglia di questa età, la mancanza di controllo viene definito come enuresi, molto più frequente durante le ore notturne, quando il bimbo dorme e involontariamente fa la pipì a letto senza accorgersi.

Se notate che il vostro bambino presenta questo disturbo, non allarmatevi troppo! Vediamo innanzitutto cosa fare in questi casi. In primis, la cosa più giusta è quella di rivolgersi al pediatra per escludere qualche patologia. Fare la pipì a letto  può essere un po’ traumatico per il piccolo dal punto di vista psicologico. Discussioni in famiglia, la separazione dei genitori, la nascita di un fratellino, problemi con la scuola e rapporti con gli altri compagni, possono contribuire a sensibilizzare l’insorgenza di vari disturbi a livello emotivo come stress, mancata autostima, bisogno di  maggiori attenzioni da parte dei genitori, che lo conducono ad esprimere il disagio, ad esempio, con l’enuresi notturna.

Anche un atteggiamento troppo severo nei confronti del bambino può causare questo problema, quindi è bene assumere un comportamento sereno ed equilibrato senza infierire o colpevolizzare  il piccolino.

  • Evitate per quanto possibile, di svegliare il bambino durante le ore di sonno notturne per sforzarlo ad alzarsi e fare la pipì in bagno, così facendo otterrete a lungo andare un vero e proprio rifiuto e oltretutto aumenterà la sua insicurezza.
  • Educate i vostri scriccioli a bere senza esagerare ed evitate di far bere durante la notte bevande zuccherine o gassate che sono decisamente diuretiche.
  • Educatelo a fare la pipì prima di andare a letto.
  • Create un clima familiare sereno e tranquillo, siate comprensivi e cercate di stargli vicino il più possibile, spiegandogli anche che altri suoi coetanei hanno lo stesso problema.

Vedrete che pian piano la situazione tenderà a migliorare progressivamente. Il vostro piccolo ha solo bisogno di stare sereno e acquisire un po’ più di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto