Giochi sicuri, le quattro regole per scegliere bene

pupazzo-sorridenteCon S.Lucia, Babbo Natale e la Befana in procinto di riempire i loro magici sacchi di doni, è importante anche per noi adulti, che dei tre siamo gli inviati speciali, ripassare le linee guida che dobbiamo seguire nella scelta dei giocattoli da “far portare” ai nostri bambini. I giochi, infatti, devono essere scelti ponendo attenzione, oltre al loro aspetto e all’attrattiva che hanno sui piccoli, anche e soprattutto alla loro sicurezza; ecco come fare per scegliere giochi sicuri.

Ecco alcune linee guida per scegliere i giochi sicuri

1. Scegli solo rivenditori sicuri

Il web ci ha aperto le porte di un mercato gigantesco, che offre una gran varietà di articoli, oggetti stravaganti che nel negozio sotto casa non troviamo, sconti allettanti e la possibilità di ricevere tutto a casa. Comodo, pratico e conveniente, senza dubbio; ma se oggetto del tuo acquisto è un giocattolo, meglio fare attenzione e rivolgersi solo a rivenditori di fiducia e ben noti, meglio se all’interno della Comunità Europea, quindi obbligati a seguire gli standard di sicurezza che vigono da noi. Se proprio non puoi rinunciare ad acquistare online, fai prima un salto in un negozio fisico e visiona il giocattolo che intendi poi acquistare scontato sul web.

2. Usa i tuoi superpoteri

Ogni mamma e ogni papà hanno dei superpoteri, ovvero vista, tatto, olfatto e udito che, avendone viste tante nel corso degli anni, sanno riconoscere i pericoli in un attimo; anche tu li hai e non devi far altro che attivarli. Una volta individuato il giocattolo da acquistare, analizzalo e controlla innanzitutto se è presente la dicitura CE (sulla confezione o sul giocattolo stesso), ad indicare che la produzione è avvenuta secondo gli standard imposti dalla Comunità Europea; ricorda che gli standard comunitari sono spesso aggiornati, quindi un gioco di recente produzione è preferibile.
Attiva poi i tuoi sensi: scruta, annusa, tocca e ascolta. Se il giocattolo ha un odore strano o cattivo, potrebbe contenere delle sostanze chimiche; ricorda che i materiali utilizzati dovrebbero essere atossici e le vernici eventualmente aggiunte non devono contenere piombo. Se il gioco ha parti che si staccano e temi possano essere ingerite, non è adatto ai più piccoli; se è fatto di materiale morbido, che potrebbe invogliare il bambino a metterlo in bocca, controlla che sia lavabile; infine, se emette suoni troppo forti, troppo acuti o comunque fastidiosi per te, tieni conto del fatto che l’udito dei bambini è molto sensibile e quindi potrebbe non essere il regalo ideale.

3. Rispetta l’età del bambino

Sulle confezioni dei giocattoli è riportata l’età consigliata. In effetti, si tratta di un suggerimento, ma è bene seguirlo, perché tiene conto, oltre della composizione materiale del gioco, anche delle sue funzionalità; ogni età ha i suoi giochi e anticipare i tempi non è mai una buona idea. Fai attenzione specie se il bambino ha meno di tre anni: se il produttore dice che il gioco non è adatto a chi ha meno di 36 mesi, fidati di lui e cambia; per quanto il tuo piccolo sia intelligente e molto avanti nel suo sviluppo, non vale la pena di rischiare.

4. Gioca anche tu

Il modo più efficace per essere certi che siano giochi sicuri quelli acquistati, è usarlo insieme ai bambini. Approfitta di questa “scusa” per passare del tempo con tuo figlio ed affiancarlo nella scoperta del nuovo gioco: rinsalderai il vostro rapporto e potrai controllare che non ci siano pericoli prima non evidenti; ricorda sempre che i bambini non ci stupiscono solo in positivo e possono sempre escogitare un nuovo modo per farsi male, cui i produttori (e i genitori) non hanno pensato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto