Quanto sale si mette quando si cucina la pasta? La risposta che non ti aspetti

A volte capita che siano proprio le cose che diamo per certe ad essere completamente sbagliate. Tu quanto sale metti nell’acqua quando cucini la pasta? Vuoi scommettere che sbagli anche tu?

Quando si parla di cucina e di tecniche di preparazione, ci sono sempre cose che non conosciamo. In effetti, non si finisce mai di imparare.

sale pasta
Sai quanto e quando mettere il sale nella pasta? Ho fatto una scoperta incredibile – Credits: Adobe Stock

La pasta è uno degli ingredienti che più utilizziamo e fa parte della nostra tradizione praticamente da sempre. La prepariamo in tantissimi modi, con sughi semplici o elaborati, con legumi o verdure, con la carne o con il pesce ed anche solo con aglio e olio. Ma sai davvero come cucinarla alla perfezione? Oggi voglio parlarti di qualche piccolo trucchetto che in pochi conoscono quando si parla di cottura della pasta. Scommetto che alcuni davvero non li hai mai sentiti ed uno di questi riguarda proprio il sale, o meglio del momento in cui va messo e del quantitativo giusto che renda la pasta saporita ma non troppo salata. Non crederai ai tuoi occhi quando ti dirò come si aggiunge il sale, potresti aver sempre sbagliato.

Quanto sale metti nell’acqua di cottura della pasta? Se vai ad occhio hai sempre sbagliato

Uno degli errori che in molti fanno quando cucinano è di andare ad occhio, ovvero di aggiungere un quantitativo non propriamente esatto di qualunque ingrediente, agendo solo per istinto.

cuocere bene la pasta
Segui questi consigli e noterai un’enorme differenza quando cucini un bel piatto di pasta – Credits: Adobe Stock

Devi pensare però che la cucina sia un po’ come la chimica, quando aggiungi una certa quantità in un composto c’è un reazione tra i vari ingredienti. Anche se cucini la pasta ogni giorno, l’unico strumento di cui puoi fidarti ciecamente è la bilancia da cucina e non certo il tuo istinto. Prendere un pugno di sale e metterlo nell’acqua non è una mossa giusta da fare. Ma partiamo dal principio. Per cucinare la pasta in modo perfetto devi pesare anche l’acqua. Per 100 g di pasta ci vuole un litro di acqua. Seguendo questa semplice regola vedrai che la pasta non si attaccherà e si cuocerà sempre in modo uniforme. Adesso passiamo al sale. Per rendere la tua pasta saporita, ma non salata, devi aggiungere 7 grammi di sale grosso ogni 100 g di pasta. Il momento perfetto in cui aggiungerlo nell’acqua non è all’inizio, quando metti la pentola sul fuoco e l’acqua è ancora fredda, ma poco prima che arrivi a bollore. Infatti, aggiungendolo all’inizio della preparazione finirai per allungare i tempi di ebollizione. Mettendolo invece poco prima che l’acqua arrivi a bollore, risparmierai tempo, gas e la pasta sarà ottima lo stesso.

Mi raccomando, non mettere mai il sale insieme alla pasta o dopo averla calata nella pentola altrimenti non gli darai il tempo di rilasciare il suo sapore.