Attenzione a questo passaggio quando prepari il brodo vegetale: così rischi di rovinare tutto

Preparare un buon brodo vegetale non è affatto complicato ma dovrai fare attenzione a questo passaggio se non vuoi rovinare tutto. 

Con le temperature in netta picchiata e con un cattivo tempo incessante ormai da giorni, si sente proprio il bisogno di preparare qualcosa di caldo e di avvolgente, che già dal primo assaggio ci infonderà un graditissimo calore per tutto il corpo.

passaggio brodo vegetale
Passaggio importante per un buon brodo. Credit: Canva Mammastyle

La scelta è davvero ampia e possiamo spaziare tra le classiche zuppe ricche e sane, le minestre che in tavola fanno sempre un figurone e ovviamente non si potrebbe non citare un delicatissimo piatto di brodo caldo. La possibilità di poterlo preparare anche in anticipo lo rende perfetto per scaldare anche le giornate più fredde. Potrete scegliere tra quello classico di carne, di pollo o il più semplice di tutti con le verdure. Il classico brodo vegetale, che ci viene dato sin da bambini nelle prime fasi dello svezzamento.

Questo passaggio sarà importante per ottenere un brodo vegetale perfetto e ricco di gusto

Oltre ad essere perfetto per preparare un buon piatto di brodo, quello vegetale si presta benissimo anche per favorire la preparazione di tantissime altre ricette, come ad esempio alcuni tipi di risotto, brasati e pezzi di carne al forno. Di base il brodo vegetale prevede l’utilizzo di carote, sedano, patata e cipolla e poi potrete arricchirlo con verdure di stagione o quelle che più vi piacciono. Più ingredienti andrete ad utilizzare e più ovviamente sarà ricco e saporito.

passaggio brodo vegetale
Brodo vegetale saporito. Credit: Canva Mammastyle

Per preparare un buon brodo vegetale non sarà richiesta nessuna dote particolare in cucina anzi, sarà davvero facilissimo riuscire ad ottenerlo saporito. Attenzione però, perché esattamente come ogni tipo di preparazione in cucina, anche questo necessiterà di alcuni passaggi importanti per ottenere il risultato sperato. Proprio per questo oggi vi sveleremo uno tra gli errori più comuni, che potrebbe non farvi avere quella delicatezza tipica del brodo vegetale.

Uno dei primi trucchetti da provare è quello di mettere tutte le verdure lavate, mondate e tagliate a pezzetti in una pentola, soltanto dopo ricopritele di acqua, salatela leggermente e cuocete. Per il brodo vegetale sarà sufficiente al massimo un’ora e già sarà pronto per essere filtrato ed usato. Ma attenzione, come dicevamo all’inizio tra gli ingredienti più utilizzati per la sua realizzazione ci sono patata e carote, due ingredienti che tutti noi mettiamo nel brodo, eppure non andrebbero mai messi insieme, il motivo? Entrambi sono ricchissimi di amido e potrebbero rendere il vostro brodo troppo corposo e denso. Quindi avete due opzioni in questo caso, o scegliete di utilizzare l’uno o l’altro, oppure prima di usarlo dovrete filtrarlo almeno un paio di volte. Scegliete la vostra soluzione migliore ed otterrete un delizioso brodo per voi e per tutta la famiglia.