Capodanno, non lo dimenticare: cosa è ‘obbligatorio’ fare la notte del 31 dicembre

A breve sarà Capodanno e tu sei pronto a rispettare le tradizioni? Ecco cosa si è soliti fare durante questa notte: non può mancare a casa tua.

Il 31 Dicembre, segna sicuramente la fine di un anno intenso trascorso, si spera, nel migliore dei modi: si tirano le somme, si aprono nuove speranze e desideri e così via.

Capodanno e tradizioni
Conosci le tradizioni di Capodanno? – Mammastyle

Oltre ad essere però un giorno di fine anno in cui si cercano di tirare le somme di un intero anno, è anche il giorno di miti, leggende, tradizioni e superstizioni. Ogni città, ogni casa ed ogni Paese ne ha una propria, che si diffonde in tutto il mondo approdando nella vita di ciascuno di noi. Oltre il dover mangiare, per tradizione, il cotechino e le lenticchie, altrimenti porta male, vediamo bene quali sono le tradizioni che non possono mancare a Capodanno e che devono essere rispettate.

Sei pronto a rispettare le tradizioni di Capodanno? Ecco cosa si è soliti fare in questo giorno

Abbiamo detto che tutti ormai attendiamo con ansia il 31 Dicembre, il giorno che pone fine all’anno in corso e ci prepara alla venuta di uno nuovo. Sappiamo bene che, proprio in questo giorno, la voglia di fare un resoconto di come sia andato l’anno appena passato è molto alta e soprattutto si cerca, in questo giorno, di tirare le somme su cosa possa essere andato bene e cosa non. Fatto ciò, si spera che il nuovo anno sia sicuramente migliore e pieno di novità positive del precedente. Vediamo allora, secondo le diverse tradizioni, cosa bisognerebbe fare il 31 prima della mezzanotte o a mezzanotte stessa affinchè il nuovo anno sia perfetto.

La prima tradizione che solitamente viene presa in considerazione allo scoccare della mezzanotte è culinaria: si è soliti, infatti, alle 24.00 precise mangiare lenticchie e cotechino o uva e melograna. Il motivo è molto semplice, si pensa possano portare ricchezza e prosperità; è una tradizione molto antica che risale agli antichi greci che vedevano nelle lenticchie e negli acini d’uva il simbolo delle monete. Ci crediamo o no, siamo sempre i primi a mangiarne almeno un po’.

Capodanno e tradizioni
Impara a conoscere le tradizioni di Capodanno – Mammastyle

Seconda tradizione prevede l’indossare l’intimo rosso. Il motivo, in questo caso, risale agli antichi romani che vedevano in questo colore così acceso simbolo di forza e soprattutto di prosperità, va indossato poco prima della mezzanotte e gettato via subito dopo giusto per far entrare nella nostra vita la fortuna, appena scatta il nuovo giorno.

Ancora, proseguendo, abbiamo l’usanza di gettar via gli oggetti vecchi, in particolare i piatti. Il motivo? Chiudere con il passato e dare inizio ad un futuro migliore; certo è che, se abitiamo in città o in un luogo molto affollato, gettare cose dal balcone sarebbe un azzardo, perchè potremmo far male qualcuno che si trova di passaggio. Se proprio non possiamo fare a meno di rispettare questa tradizione possiamo romperli in casa ed evitare così di ferire qualcuno.

Infine il vischio: antichissima tradizione anche questa, porta amore se usato nel modo giusto. Tutto ciò che bisogna fare è dunque prendere la propria dolce metà, posizionarsi sotto il vischio e baciarla allo scoccare della mezzanotte.