Pranzo freddo da portare con te ovunque anche in un barattolino: ricetta semplicissima

Che sia al lavoro o in spiaggia, questo pranzo freddo sarà davvero buonissimo. Basterà metterlo in un barattolino e lo avrai sempre con te.

Le ricerche sul web sono sempre più improntate su articoli di ricette fresche, veloci, con pochi ingredienti, economiche e dietetica. Facili da portare al mare, se si decide di passare una giornata sulla spiaggia, o da portare in ufficio se ancora siamo al lavoro.

barattolino
Metti cous cous nel barattolino – Credits: Adobe Stock

La ricetta che vogliamo proporvi oggi è quella di un pranzo freddo facilmente trasportabile in qualsiasi parte si voglia; l’importante è che sia messo in un barattolino per mantenerlo fresco e soprattutto compatto, senza far perdere l’essenza e il sapore di sempre. Vediamo insieme in che modo possiamo prepararlo e soprattutto quali sono gli ingredienti incedibili per la realizzazione di questo piatto.

Il pranzo freddo più buono dell’estate è questo: mettilo in un barattolino e portalo sempre con te, sarà buonissimo

Molto spesso quando decidiamo di andare al mare, non sappiamo cosa cucinare per portarlo con noi: piatti troppo pesanti no, perchè fa caldo e poi bisogna davvero aspettare più di tre ore per fare il bagno, ma neanche troppo leggeri perchè poi ci vien fame. Ecco allora che abbiamo pensato a questo piatto freddo, buonissimo e inimitabile.

Parliamo del couscous di pollo. Per realizzarlo abbiamo bisogno di:

  1. 200 gr di cous cous
  2. 200 gr di brodo vegetale
  3. olio
  4. sale
  5. 500 gr di petto di pollo
  6. zucchine
  7. melanzane
  8. carote
  9. cipolla
  10. paprika
barattolino
Portare cibo nel barattolino – Credits: Adobe Stock

Iniziamo lavando per bene le zucchine, melanzane e carote ed eliminando le estremità gettandole via. A questo punto tagliamo le nostre verdure a listarelle e poi a dadini e mettiamole da parte ognuna nella propria ciotola. Prendiamo il petto di pollo e tagliamolo allo stesso modo: prima a listarelle e poi a dadini, magari non troppo sottili o troppo doppi. Mettiamo un po’ di olio evo in una padella e caliamo al suo interno il pollo insieme al sale, pepe e paprika e aspettiamo che cuocia: ci rendiamo conto che è cotto dal colorito che va nel dorato.

Appena sarà cotto possiamo sollevarlo con una schiumarola e metterlo su un piatto con carta assorbente. Mentre nella padella in cui abbiamo cotto il pollo, mettiamo le verdure e lasciamole cuocere per qualche minuto (se ce ne fosse bisogno potremmo aggiungere un altro po’ di olio o un po’ di brodo vegetale precedentemente preparato). A questo punto, appena le verdure saranno pronte, mettiamole in una ciotola e continuiamo con la creazione del nostro piatto. Prendiamo il cous cous, mettiamolo in una ciotola con un po’ di olio, sale e pepe e un po’ di brodo, chiudiamo il tappo e lasciamo che si gonfi (ci vorrà davvero poco).

Ora non ci resta che assemblare gli ingredienti: mettiamo in una ciotola il cous cous e aggiungiamo prima il pollo, poi le verdure e se vogliamo qualche scorzetta di limone grattugiato o un po’ di basilico fresco. Terminiamo il tutto mescolando per far amalgamare bene gli ingredienti e mangiamo.