“E se prendo il Covid in vacanza?” Ecco come comportarsi in caso di contagio

La paura principale di chi ha già prenotato le vacanze è il contagio in viaggio; come comportarsi in quel caso? Ecco alcune linee guida.

L’estate è arrivata da un pezzo e l’idea di una diffusione di contagi così ampia era sicuramente molto lontana nella nostra mente. Eravamo certo preparati ad un aumento, ma non in questi mesi; piuttosto dal ritorno dalle vacanze, verso settembre/ottobre.

contagio
Che succede con contagio – Credits: Adobe Stock

Le nuove varianti invece ci hanno colto di sorpresa, portandoci a dover rivedere tutti i nostri piani per questi mesi che verranno. Sicuramente le varianti di Omicron continuano a fare danni: molte vacanze sono state annullate, molti matrimoni ed eventi hanno fatto danni portando a casa un gran numero di positivi e così via. Ciò che può consolarci è che, avendo almeno 2 dosi di vaccino, se non 3 o addirittura 4, riusciamo ad essere più protetti e ad affrontare il tutto con più tranquillità. E’ tempo però di vacanze e la paura è innata in noi: come ci si comporta se si è contagiati in viaggio? Vediamo insieme alcune linee guida da seguire.

In caso di contagio come ci si comporta? Ecco cosa devi sapere

Abbiamo detto che la nuova ondata ha sorpreso tutti, soprattutto chi ha prenotato le vacanze. Di certo non possiamo tirarci indietro, ormai abbiamo prenotato e dobbiamo partire. Ma la vita è imprevedibile e, per quanto possiamo essere molto attenti a ciò che facciamo e a chi frequentiamo, dobbiamo tener conto anche che la diffusione del virus è molto ampia e questa variante facilmente contagiosa.

Se quindi abbiamo già prenotato o abbiamo intenzione di prenotare, dobbiamo tener conto di considerare un’assicurazione. Certo i costi saranno maggiori, ma almeno sappiamo che in caso di contagio Covid possiamo star coperti e tranquilli. L’assicurazione agisce sia se veniamo contagiati prima di partire, rimborsando quindi l’intero viaggio o trasformandolo in voucher, sia se veniamo contagiati lì sul posto.

contagio
contagio in vacanza – Credits: Adobe Stock

Se ci contagiamo prima di partire ed abbiamo un’assicurazione possiamo dunque avere indietro l’intero rimborso, stare a casa, curarci, negativizzarci e ripartire appena possibile. Se il contagio invece avviene nel momento in cui già siamo in vacanza, la situazione cambia. Di certo, in qualsiasi paese ci si trova, bisogna rispettare la quarantena e l’isolamento, che cambia di paese in paese in base alle norme vigenti proprio lì.

Fatto ciò entra in atto anche qui l’assicurazione, nel caso in cui ci fosse bisogno di cure mediche. Ovviamente anche qui le cure cambiano di Paese in Paese e per essere certi di ciò che andremo a pagare dobbiamo consultare il ministero della salute di quel determinato stato che sia nell’Unione Europea o meno.

Insomma qualsiasi sia il motivo del contagio, la procedura è sempre la stessa: tampone, quarantena, isolamento, tampone positivo e via libera. Sperando di non prendere questa variante con sintomi gravi e di non aver bisogno di eccessive cure, possiamo spostare il treno o l’aereo del ritorno e tornare nel nostro paese in pace, sani e salvi.