Come dire addio al pannolino per i bambini: non è impossibile, prova con questi ‘passaggi’

Il momento tanto temuto è ormai arrivato, è giunta l’ora di togliere il pannolino al tuo bambino: fai così e andrà tutto liscio come l’olio. 

L’arrivo di un figlio è uno dei momenti più belli della propria vita. La nascita di una nuova vita, porterà con se oltre ad una gioia infinta, anche preoccupazioni, ansie e paure. Soprattutto se si diventa genitori per la prima volta, ogni piccolo segnale lanciato dal bebé potrà diventare un piccolo campanello d’allarme.

togliere pannolino
Non sai come togliere il pannolino? Ecco come affrontare la cosa. Credit: Adobe-Stock

Man mano che il piccolo crescerà ci saranno varie tappe che raggiungerà. Lo svezzamento, la sua prima parolina, i suoi primi passi e anche il suo primo giorno di scuola. Tutti momenti unici, che segneranno una fase di sviluppo molto importante. Ma c’è una fase in particolare, che fa ‘tremare’ ogni genitore, ossia la fase dello spannolinamento, momento in cui si dovrai dire addio al pannolino ed iniziare a fargli usare il bagno dei grandi o il vasino per i proprio bisogni.

Non tremare al pensiero di togliere il pannolino al tuo bambino! Prova così e ci riuscirai

Una delle prime cose fondamentali da sapere per riuscire in questa impresa, è munirsi di tanta, ma tanta pazienza. Ricordatevi che nessuno nasce imparato e che fino ad ora il pannolino è stato un elemento fondamentale per il vostro bambino e non sarà sempre facilissimo separarsene. Non ascoltate amici e parenti con i loro consigli non richiesti, ogni bambino avrà i suoi tempi e non è detto che ci mettiate per forza molto tempo. Ora, se il vostro piccino riesce a comunicarvi quando vuole fare cacca o pipì, ne riesce a capire lo stimolo e mostra curiosità nei confronti del water o del vasino, allora i requisiti per provarci ci sono tutti.

togliere pannolino
Togliere il pannolino al tuo bambino non sarà più un trauma. Credit: Adobe-Stock

Tra i 18 mesi e i 3 anni i bambini dovrebbero riuscire ad avere il pieno controllo dello sfintere e quindi sarà proprio in questo momento, che potrete procedere con il tanto temuto spannolinamento.

Se sperate di farlo nel giro di un paio di giorni, siete fuori strada, perché nonostante possa sicuramente capitare e in questi casi potete ritenervi fortunatissimi, è un processo che richiede tempo e pazienza.

Non mostratevi ansiosi e impazienti, ricordatevi che voi siete il suo specchio e se il bambino percepisce in voi ansia, lo diventerà automaticamente anche lui.

Proponetegli spesso di andare in bagno, magari leggetegli una storiella o fatevi raccontare da lui un episodio che gli è rimasto in mente e che ama.

Sappiate che gli incidenti di percorso possono capitare, non rimproveratelo mai anzi, fategli capire che sono cose che succedono e che la prossima volta dovrà dirvi per tempo che gli sta per scappare la pipì.

All’inizio potrà essere difficile anche fargli fare la cacca senza pannolino, in questo caso assecondatelo e mettetelo solo per quel momento.

Abbiate pazienza e vedrete che andrà tutto bene.