E’ considerato un pesce povero, ma è perfetto per la dieta: lo conoscevi già?

Questo pesce povero è perfetto per una dieta sana, equilibrata e ricca: povero solo nel costo perché in realtà non lo è, scopriamo insieme qual è!

Il mare offre tutta una serie di prelibatezze che ci accompagnano per tutto l’anno, anche se in estate si predilige il loro consumo. Basta pensare alle cozze, alle vongole, ai ricci freschissimi, così come tonno, merluzzo, platessa e tanti altri. Da sempre il consumo del pesce è indicato in un regime alimentare controllato o in una dieta sana e dimagrante poiché povero di calorie e ricchissimo di proteine e sali minerali.

pesce povero dieta
Prova questo pesce squisito e leggero, vedrai che bontà!
Credits_adobestock

Gli chef più famosi puntano moltissimo sui piatti a base di pesce e basta recarsi in qualche ristorantino della costa per scoprirne tutto il sapore prelibato e appetitoso. Alcune carni sono molto tenere, altre un po’ più compatte, tuttavia piace a tutti, persino ai bambini. Tra i tanti tipi esistenti, ne troviamo uno conosciuto come ‘il tonno dei poveri’, anche se non ha nulla a che fare con la tipologia. Povero perché ha un costo bassissimo, anche se risulta particolarmente ricco di proprietà benefiche. Perché non lo scopriamo insieme?

Questo pesce è povero, ma perfetto per una dieta ricca di nutrienti ed energia: scoprilo con noi

Povero, anche se per finta, questo pesce adatto alla dieta lo troviamo nel Mar Mediterraneo e difatti è spesso consumato nelle tavole del Sud Italia. Prende il nome di ‘tonno dei poveri’ poiché gli assomiglia nel gusto e nell’aspetto, ma in realtà stiamo parlando della palamita. Un pesce azzurro lungo e affusolato, leggermente appiattito anche se presenta un ventre succoso e tondo, dalle striature che virano dal grigio chiaro al grigio scuro. La palamita si muove in branco ed è ricchissima di nutrienti, in particolare proteine, vitamine e sali minerali. Ma quali sono nello specifico?

cucinare palamita
Sorprendete i vostri amici preparando la palamita scottandola qualche secondo sulla griglia per poi condirla a freddo con fiocchi di sale, spezie e olio EVO!
Credits_adobestock

Come molti pesci, la palamita è ricchissima di Omega 3, utile nella salute del cuore e del mantenimento dei livelli di colesterolo nel sangue. Possiede una buonissima dose di iodio, stimolando e proteggendo quindi la salute della tiroide, ma anche di ferro e potassio, utili per mantenere sane le ossa e i denti. 100 gr di palamita possiedono circa 170 kcal, pertanto si comporta come un alimento leggero e dietetico, se cucinato senza aggiunta di grassi. Essendo ricca di proteine e sali minerali, ci garantisce un effetto antistress e anti affaticamento. Ma come possiamo sfruttarlo in cucina?

Le preparazioni più gustose sono certamente quelle semplici, utilizzando il filetto da cuocere alla griglia oppure al cartoccio, con sale, pepe, spezie e succo di limone. Tuttavia la palamita, essendo compatta ma morbida, potrà essere utilizzata nella preparazione di sughi, tartare, bocconcini fritti oppure di insalate ricche di lattuga, pomodoro, avocado, olive nere e cipollotto. Non vi resta che sbizzarrire la vostra fantasia!