Non c’è bisogno di comprarlo ogni giorno: il pane fresco si conserva in questo modo

Il pane non può mai mancare in casa, ma non sempre possiamo comprarlo ogni giorno. Vediamo in che modo mantenerlo fresco per un lungo periodo.

Sulla tavola degli italiani e nella loro cucina, il pane è un alimento che non deve mai mancare. Se si ha questo si è già ‘ricchi’, perchè possiamo creare diverse ricetto con esso. A partire dalle bruschette come antipasto, aggiungere la mollica per creare un piatto prelibato, tostarlo ed aggiungerlo alla pasta, utilizzarlo per accompagnare secondi e contorni. Insomma in qualsiasi modo lo si utilizzi è bene che ci sia sempre.

pane
Impara a conservare il pane in questo modo: lo avrai sempre fresco

LEGGI ANCHE >> Hai del pane raffermo? Usalo per preparare un primo strepitoso: guarda qui che spettacolo!

Purtroppo però tende subito a seccarsi e ad essere immangiabile, costringendoci così a comprarlo fresco ogni giorno e gettando via quello secco. Se non avete la possibilità di acquistarlo giornalmente vi basterà seguire questi semplici consigli per una conservazione lunga e corretta.

LEGGI ANCHE >> Se dal tuo tostapane proviene un cattivo odore, probabilmente hai sempre trascurato questo dettaglio

In questo modo avrai sempre il pane fresco: segui questi consigli

La prima cosa da fare per avere il pane sempre fresco è metterlo in un sacchetto di carta o in un panno di cotone. La prima soluzione sarebbe appunto metterlo nel sacchetto di carta dato stesso dal panificio; la carta infatti assorbe l’umidità e mantiene il pane croccante fino a due giorni.

La seconda possibilità invece vede la conservazione del pane in un panno di cotone. E’ un metodo utilizzato dalle nostre nonne e quindi sicuramente funziona; dobbiamo semplicemente coprire il pane nel canovaccio come se stessimo avvolgendo un bambino e lasciarlo massimo per 3 giorni, avremo lo stesso risultato del metodo della carta.

fette di pane
I metodi della nonna non falliscono mai: ecco come puoi conservarlo

LEGGI ANCHE >> Pane e… un ingrediente ricco di sapore: scopri questa fantastica ricetta napoletana

Oltre queste due alternative c’è quella della conservazione per congelamento. Per questo metodo dobbiamo prendere in considerazione 4 punti:

  • tempo: bisogna, qualora decidiate, congelare il pane nel momento esatto in cui lo si compra. Se vogliamo congelarne una metà o diverse fettine bisogna farlo subito
  • involucro: bisognerà utilizzare un sacchetto di plastica per conservare gli alimenti
  • luogo: bisogna congelarlo nella parte bassa del congelatore
  • etichetta: dobbiamo ovviamente scrivere un’etichetta che ci indichi la data ‘di scadenza’, che è massimo 3 mesi.