Non farti fregare! Solo così puoi riconoscere il miele ‘buono’ al supermercato

Il miele è uno di quegli ingredienti che non può mai mancare in casa. Non solo è un dolcificante naturale, ma è anche pieno di proprietà benefiche. Se non vuoi farti fregare, ho qui l’unico metodo infallibile per riconoscere il miele ‘buono’ al supermercato.

Il miele è un ingrediente formidabile, prodotto interamente dalle api. Questo dolcificante, completamente naturale, ha moltissime proprietà benefiche a partire dall’azione antimicrobica e antinfiammatoria fino ad arrivare alle incredibili azioni benefiche sul nostro corpo. Infatti, è ricco di proteine, vitamine e minerali importantissimi per il nostro benessere.

riconoscere miele buono
In una mossa, puoi capire subito se il miele che vuoi acquistare al supermercato sia di qualità oppure contraffatto!

LEGGI ANCHE: E’ sempre utilissimo in cucina! Gennaio è il mese perfetto per coltivare questa piantina anche in balcone

Fin dall’antichità, l’uomo ha usato il miele come una medicina naturale. Esistono moltissime tipologie di questo prodotto straordinario in quanto le api prendono il nettare per produrlo da diversi fiori. La prima distinzione da fare è quella tra il miele uniflorale, che prende questo nome poiché viene prodotto utilizzando un unico tipo di fiori (con una piccolissima percentuale di contaminazione), e quello mille fiori che appunto nasce grazie all’unione di diversi nettari. Per incrementare la qualità del miele prodotto, molte aziende aggiungono zuccheri e altre sostanze per fare ‘volume’. Per questo è importante sapere come scegliere il miele più buono e genuino al supermercato, ci sono vari segnali a cui devi fare attenzione se non vuoi acquistare un prodotto impuro e che sicuramente non vale il prezzo che si fa pagare. Scopriamo insieme questo utilissimo metodo.

LEGGI ANCHE: È il momento giusto per comprare questi ingredienti: sono indispensabili in cucina

Ti insegno il trucco per scegliere il miele ‘buono’ solo guardandolo sullo scaffale del supermercato!

In poche mosse, riuscirai a distinguere un miele di qualità da uno di scarsa qualità. Visto che non si tratta di un prodotto economico, è molto meglio spendere denaro per qualcosa di buono e genuino.

come scegliere miele
Fai attenzione a questo particolare e comprerai sempre un miele di qualità superiore!

LEGGI ANCHE: La moka è piena di calcare? Risolvi il problema con questo ‘ingrediente’

Per prima cosa, devi controllare l’etichetta. Infatti, lì troverai la maggior parte delle informazioni di cui hai bisogno, tra cui i Paesi di origine in cui il nettare viene prelevato, che possono anche essere più di uno. In Italia ci sono norme molto più severe sulla produzione rispetto agli altri Stati europei e non, per cui ti consiglio di prediligere il miele prodotto sul nostro territorio. Quando sull’etichetta leggi le parole “miscela di mieli” significa che non riuscirai a sapere in quali Paesi sia stato prelevato il miele e se siano o meno Stati appartenenti all’Unione Europea. Infine, presta molta attenzione al colore. Infatti, perché sia di buona qualità, il colorito deve essere molto omogeneo e non devono esserci macchioline oppure zone più chiare o più scure. Questo dato significa anche un’altra cosa molto importante, ovvero che il miele è stato trasportato e conservato correttamente, senza sbalzi di temperatura o lasciato al Sole.

Come vedi è molto semplice riconoscere un miele di qualità da uno pessimo, ti basterà solo seguire questi pratici consigli.