Hai un mobile antico da restaurare? Non spendere soldi inutili, eccoti una formula faidate geniale

Sai che puoi restaurare un mobile antico comodamente in casa tua? Prova così, sarà una soluzione efficace e non getterai più nulla!

Tutti noi abbiamo in casa qualche mobile vecchio o antico, regalatoci dalle nostre nonne o semplicemente comprato in qualche negozio d’antiquariato poiché ne siamo appassionati. Il mobilio d’epoca è da sempre fortemente considerato da chi adora questa tipologia di arredamento poiché pregni di storia e di un valore che va al di là del semplice prezzo.

restaurare mobile antico
Restaura il tuo vecchio mobile comodamente in casa con questo metodo facile!

Ovviamente però, se non tenuti bene i mobili antichi possono rovinarsi vertiginosamente, assumendo un aspetto eccessivamente vecchio e maltenuto, per non parlare poi dell’eventuale attacco da parte delle tarme. Ma se vi dicessimo che possiamo restaurarli in modalità faidate? Il procedimento non è per nulla difficile e basterà rispettare pochi, ma importanti passaggi. Curiosi di scoprire come restaurare un mobile antico in casa?

LEGGI ANCHE: Troppo tempo per far bollire l’acqua? Non conosci questo trucchetto, tutti i ristoranti lo seguono

Restaurare un mobile antico è possibile anche in faidate: basterà seguire questi semplicissimi passaggi!

I mobili antichi sono da sempre eternamente romantici, portano avanti una storia alle spalle incredibile e sfoggiarli in casa è un’ottima soluzione per ridonargli quel giusto valore che possiedono. Tuttavia a volte sono tenuti talmente male che l’unica scelta possibile sembra quella di gettarli via, poiché un restauro tende a costare parecchio. Ma se vi dicessimo che è possibile farlo anche in faidate senza spendere troppo? Seguite i nostri consigli alla lettera e vedrete che risultato. I vostri mobili antichi torneranno a vivere!

restaurare mobile antico
Se il nostro legno è ormai sbiadito possiamo procurarci una classica tinta nei negozi specifici di faidate per conferirgli un aspetto nuovo e curato!

LEGGI ANCHE: Hai cucinato ed i tuoi capelli puzzano di cibo? Non devi lavarli per forza: ho qui per te un trucchetto geniale

Prima di eseguire qualsiasi operazione dovremo procurarci tutto l’occorrente essenziale:

  • 1 prodotto spalmante antitarme;
  • 1 sverniciatore;
  • Carta vetrata;
  • Guanti protettivi;
  • Gommalacca;
  • Stucco per mobili;
  • 1 pennello;
  • Teloni di nylon;

LEGGI ANCHE: Questa pianta è molto resistente e non occorre tanta cura per tenerla in casa: le foglie sono uno spettacolo!

Il procedimento è molto semplice, ma vi consigliamo di dedicare al mobile una parte della casa oppure una camera che solitamente utilizziamo poco. Iniziamo smontando eventuali parti come ad esempio i cassetti. Puliamoli a dovere dalla polvere e tracce di sporco. Con un pennello spalmiamo un’abbondante dose di sverniciatore su tutta la superficie del mobile lasciando agire qualche minuto.

Con una spatolina rimuoviamola ed eseguiamo un passaggio leggero con carta vetrata per eliminare tutti i residui. Stendiamo il telo in nylon sul pavimento, poggiamo in centro il mobile ed eseguiamo una passata di antitarme insistendo su tutte le parti. Attendiamo qualche altro minuto e poi richiudiamo il mobile con il telo lasciando agire il prodotte per circa 7/10 giorni.

Passato il tempo necessario rimuoviamo con una pezza asciutta eventuale polvere creatasi per poi eseguire una passata di stucco, quest’ultimo servirà a riparare piccoli danni, graffi o fori. Dopo aver terminato con il prodotto levighiamo eventualmente con la carta vetrata ed ultimiamo con la gommalacca, questa farà assumere al mobilio un aspetto antico e pregiato. Se adoriamo invece i mobili lucidi potremo eseguire una passata di spray lucidante.

Lasciamo asciugare il tutto qualche altro giorno e voilà: il nostro mobile antico sarà restaurato a dovere e tutti noi faremo una gran bella figura con amici e parenti!