Le mattonelle della cucina si sporcano sempre? Eccoti un trucchetto che solo gli chef conoscono

Se le mattonelle della cucina si sporcano sempre, si riempiono di schizzi e di unto, prova questo trucchetto semplice ma geniale: ci avresti mai pensato? 

Quando si cucina è normale sporcare: i piani possono accidentalmente coprirsi di olio, salsa, sughi per la pasta e chi più ne ha più ne metta. Tutto sembra un vero e proprio campo di battaglia e tra taglieri, coltelli e confezioni vuote di cibo il traffico è davvero incredibile.

mattonelle della cucina
Contro lo sporco sulle mattonelle della cucina, prova questo trucchetto geniale!

Dopo la fase di preparazione ovviamente si passa ai fornelli e proprio qui, nella maggior parte dei casi, le mattonelle tendono a sporcarsi con schizzi di pomodoro, olio o grasso in genere emanato dai cibi. Anzi, proprio quest’ultimo le imbratta e le fa apparire visibilmente sporche e anche dopo averle pulite il risultato sembra ugualmente unto. Ma se vi dicessimo che nelle cucine professionali utilizzano un trucchetto semplicissimo ma molto efficace?

Noi di Mammastyle.it oggi vogliamo condividerlo con voi e ve lo garantiamo, non smettere più di utilizzarlo! In quattro e quattr’otto l’intera cucina sarà pulita e ordinata e addirittura non dovrete neppure passare lo sgrassatore sulle mattonelle. Curiosi? Scopriamo insieme questo fantastico trucco di cucina

LEGGI ANCHE: Vorresti un albero di Natale innevato quest’anno? Ti insegno a realizzare la neve in meno di 3 minuti

Contro lo sporco sulle mattonelle della cucina esiste un trucchetto utilizzato da molti chef: provalo anche tu!

Le cucine professionali, rispetto a quelle comuni domestiche, devono rispettare tutta una serie di norme igieniche e sanitarie che a volte possono addirittura sembrare assurde, seppur utili e assolutamente sicure. Ad esempio i frigoriferi devono corrispondere a specifiche temperature, ogni cibo va assolutamente disposto in una determinata maniera e anche la dispensa necessita di una logica tutta sua. Insomma, un mondo ben diverso rispetto al nostro!

mattonelle della cucina
Se siamo soliti cucinare sia a pranzo che a cena, lasciamo attaccato il tutto e rimuoviamolo dopocena. Sprecheremo di meno e il pulito sarà sempre garantito!

Ovviamente in cucina non bisogna solo seguire delle norme igieniche, ma anche dei trucchetti che possano facilitare il lavoro. Questo gli chef lo sanno molto bene, dato che si ritrovano poi a pulirla per intero da cima a fondo. Se vi dicessimo che proprio per le mattonelle utilizzano un metodo assolutamente geniale, semplice e a costo zero? Il risultato è 100% sicuro, basterà solo una passata di pezza per sicurezza. Siete curiosi?

LEGGI ANCHE: Esiste un rimedio pratico e veloce per togliere i pelucchi dal copridivano: sai come si fa?

Se vi dicessimo che basta un rotolo di carta stagnola ci credereste? In realtà è proprio così, non avremo bisogno di altro. Tutto ciò che dovremo fare sarà posizionare su un piano da lavoro il rotolo, lasciarlo scivolare fin quando otterremo un lungo foglio. Dovrà più o meno essere lungo quanto il piano delle mattonelle che si affacciano al piano cottura.

Dopo aver misurato la stagnola quindi, strappiamola dal resto del rotolo e con una pezza inumidita d’acqua bagniamo la superficie interna. Adesso arriva la parte divertente! Con un movimento rapido attacchiamo il foglio sulle mattonelle stendendo a dovere con le mani per eliminare eventuali prese d’aria. Possiamo assicurarvi che rimarrà li fermo e immobile.

LEGGI ANCHE: Attenta a questi segnali: puoi capire così se il tuo lui è pronto per diventare padre 

Creiamo eventualmente altri strati fin quando le mattonelle saranno completamente rivestite di stagnola. Possiamo quindi procedere con la cottura dei nostri alimenti, come siamo soliti fare. Terminato il tutto, rimuoviamo la stagnola che avrà di certo raccolto gli schizzi di sugo e di unto, al di sotto le mattonelle saranno super pulite! Basterà dare una semplice passata di pezza per eliminare i residui di acqua e voilà: tutto pulito senza alcuno sforzo, provare per credere!