Semplice, ma super gustosa: riproponi la pastasciutta dei poveri e vedrai che successo!

Hai mai sentito parlare della pastasciutta dei poveri? E’ semplicissima da preparare e super gustosa. Il suo sapore ti riporterà indietro nel tempo!

Non sempre sono esistiti i fast food o i sughi preparati o ancora piatti pronti e fatti trovati al supermercato. E si sa che l’Italia utilizza questo stratagemma solo in casi estremi, ma solitamente ci si ferma sempre a pranzo per un buon piatto di pasta cucinato come si deve.

pasta
Prepara la pastasciutta dei poveri: un ritorno all’infanzia dei nonni

LEGGI ANCHE >> Pasta, castagne e noci: un primo raffinato che farai fatica a dimenticare

I fast food creano orrore alle nostre nonne, che invece vorrebbero vederci sempre a casa, a tavola con loro, per gustare le prelibatezze che creano ogni giorno con le loro dolci mani. Potremmo però fare qualche volta noi qualcosa per loro, magari riproponendo la pastasciutta dei poveri. Vediamo insieme come si prepara.

LEGGI ANCHE >> Pasta del Bucaniere, pronta in 10 minuti e con 3 ingredienti: una vera scoperta

Sarà semplicissimo riproporre la pastasciutta dei poveri, una vera bontà

Questa ricetta è molto semplice da preparare ed ha una storia bellissima alle spalle. Si prepara con pochissimi ingredienti, tra cui i principali: pomodoro e pasta (corta). Si sa che i pomodori sono arrivati in Italia, in particolare a Napoli, verso il 1600 importati dagli spagnoli e hanno subito fatto breccia nel cuore dei napoletani che si sono adoperati per creare questo magnifico piatto.

pasta pomodoro
Prepara così la pasta, sarà semplicissimo, veloce e super gustosa

LEGGI ANCHE >> Conosci la pasta alla ‘finta genovese’? È saporita e gustosa come quella vera, ma si prepara in 10 minuti

Tutto ciò che ci occorre è:

  • 200 gr di pomodorini rossi
  • 100 gr di pasta corta
  • olio 
  • sale
  • basilico
  • rosmarino

Iniziamo col sbollentare i pomodori, giusto un po’, per eliminare la durezza della buccia. Mettiamoli in una padella con olio, sale e qualche spezia a nostro favore. A metà cottura aggiungiamo la pasta e allunghiamo l’acqua necessaria per far sì che si cuocia (facciamo questo fino a quando la pasta non sarà cotta completamente). Spegniamo, insaporiamo con il basilico e impiattiamo.

Ed ecco pronta la pastasciutta dei poveri. In questo modo avremo risparmiato tempo, gas, pentole e soprattutto avremo portato in tavola un piatto amato dalle nostre nonne.