Ammorbidente per avere profumo intenso e persistente sui vestiti: quale scegliere

In commercio esistono davvero tantissimi tipi di ammorbidente, ma sai realmente qual scegliere? Ecco tutto quello che devi sapere. 

Una delle cose che ci permetterà di fare sempre bella figura e di avere un aspetto impeccabile, sarà sicuramente indossare indumenti puliti e perfettamente in ordine, soprattutto quando andremo a fare una tipologia di lavoro in cui sarà molto comune sporcarsi facilmente.

ammorbidente quale scegliere
Come scegliere l’ammorbidente- Mammastyle

Ottenere un bucato perfetto non è affatto nulla di così complicato, ma si dovranno rispettare determinati parametri affinché tutto vada sempre nel migliore dei modi. Il primo è senza dubbio una lavatrice ben pulita e che sia in perfetto stato, ecco perché sarà importantissimo eseguire periodicamente un ciclo di igienizzazione completa. Oltre a questo, altra scelta altrettanto importate sarà la tipologia di detersivo che andremo a scegliere e per concludere non si dovrà trascurare nemmeno il ciclo di lavaggio giusto, in questo modo otterremo un bucato perfettamente pulito e privo di ogni tipi di macchia e di aloni.

Scopri subito come scegliere il miglior ammorbidente sul mercato

Una volta che avremo fatto questo saremo sicuramente a metà dell’opera, perché un’altra cosa che ci permetterà di avere un bucato perfetto e soprattutto profumato, sarà l’aggiunta dell’ammorbidente nella vaschetta del detersivo. Anche poche gocce, saranno sufficienti per garantire la giusta fragranza agli indumenti che indossiamo.

ammorbidente quale scegliere
Ammorbidente per bucato- Mammastyle 

In commercio c’è davvero l’imbarazzo della scelta, ne troveremo di tutti i tipi che andranno a diversificarsi per tipologia, per odore, per il formato e ovviamente anche per il prezzo. Ci saranno quelli più economici e quelli che essendo più ecologici andranno ad avere un costo nettamente superiore. Una cosa è certa, scegliere quello che più ci piace sarà una cosa che ci permetterà di avere un bucato che lascia davvero la scia. Ma visto la vastità di ammorbidenti che ci sono in circolazione, sapete come fare per scegliere quello giusto?

Prima di tutto dovete tenere bene a mente che l’ammorbidente serve appunto per rendere il bucato morbido e non solo per profumarlo, proprio per questo sarà importante rispettare le quantità indicate e non eccedere con il prodotto. Detto questo, ci sono vari tipi di ammorbidente e in base alla loro composizione dovranno essere usati in modo diverso. Vediamoli nel dettaglio:

  1. Liquido– è in genere quello più usato e si dovrà aggiungere nella vaschetta del detersivo prima di avviare il ciclo di lavaggio. In questo modo verrà ‘caricato’ dalla lavatrice che lo rilascerà al momento giusto;
  2. Ammorbidente concentrato– non sono diluiti come quelli liquidi e per questo motivo ne basta davvero una piccolissima quantità. Anche in questo caso andrà aggiunto nella vaschetta della lavatrice prima di avviare il ciclo di lavaggio;
  3. Ammorbidente in polvere– di solito viene scelto da chi soffre di allergie particolari e ha un modo di agire totalmente diverso rispetto a quelli liquidi;
  4. Ammorbidente in fogli– un pò più raro da trovare e andrà bene sia in lavatrice che nell’asciugatrice. In questo caso dovrà essere aggiunto direttamente nel cestello sempre prima di azionare il ciclo di lavaggio.

Oltre a queste distinzioni, prima di scegliere l’ammorbidente adatto a voi dovrete tenere presente se avete allergie a determinati componenti chimici o meno. In questo caso dovrete prediligere ammorbidenti ecologici e che non contengano sostanze pericolose per voi.