Il rientro a scuola può essere davvero traumatico: affrontatelo in questo modo e sarà più facile per tutti

Il rientro a scuola è traumatico per i piccini di casa? Ecco come fare per affrontare al meglio la situazione e senza troppi drammi. 

Da domani non ci saranno più scuse che tengano! Dopo la Befana toccherà a tutti noi rimetterci in riga e riprendere ufficialmente con le sane e vecchie abitudini che avevamo prima di ingozzarci con ogni tipo di prelibatezza natalizia.  

rientro scuola traumatico
Affrontare il rientro a scuola- Mammastyle

Ci resterà giusto questo ultimo week end e poi dovremo riprendere tutti con la vita di sempre e la solita routine che abbiamo messo da parte per qualche settimana. Il lavoro riprenderà a pieno ritmo e soprattutto le scuole riapriranno, per la gioia di mamma e papà. A parte gli scherzi, il momento tanto atteso da noi adulti, spesso per i piccini di casa, verrà vissuto come un vero e proprio trauma e assisteremo alle solite scene di capricci, pianti disperati e continui ‘no, non voglio andare a scuola’.  

Il rientro a scuola non è mai facile, ma con questi piccoli trucchetti non sarà più così traumatico

Se i ragazzi in fase adolescenziale si rassegneranno ben presto e riprenderanno la scuola senza troppe difficoltà, per i piccini la cosa sarà leggermente più complicata, soprattutto se già prima delle festività natalizie facevano fatica ad andarci. In questo caso, l’essere rimasti a casa per oltre due settimane, gli avrà fatto passare totalmente anche quel briciolo di voglia che prima avevano.  

rientro scuola traumatico
Come rientrare senza drammi a scuola- Mammastyle

Ovviamente ci saranno sempre l’eccezione e tantissimi riprenderanno senza alcun tipo di problemi, ma per chi non ha questa ‘fortuna’, ecco che il 9 gennaio verrà vissuto come un vero e proprio incubo. Cosa fare quindi in questi casi? Seppur non esista una bacchetta magica che ci permetterà di cambiare la situazione, ci saranno alcuni piccoli consigli da mettere in pratica e che renderanno le cose meno traumatiche. 

Per prima cosa, cercate di riprendere i soliti orari sin da ora. Non aspettate il 9 per svegliarli presto, ma abituateli man mano già da oggi. Portateli a letto prima stasera e domattina svegliateli presto, sicuramente per voi sarà un sacrificio ma aiuterà i piccini di casa a non avere un risveglio traumatico direttamente quel giorno. Iniziate a parlargli che le feste sono ormai finite e che da lunedì ritorneranno a scuola e torneranno a giocare con i loro amichetti. Se potete organizzate qualcosa, anche in casa, con i suoi compagni di classe, in questo modo riprenderà confidenza con i bimbi e lunedì si sentirà meno spaesato. Argomento compiti, se sono in quella fascia d’età dove vengono assegnati i compiti delle vacanze, accertatevi che siano tutti terminati e che non siano per lui motivo di stress. Parlategli di come si svolgerà la sua giornata e del fatto che dopo poche ore potrà tornare a casa e giocare con i suoi giochi nuovi. Per il resto armatevi di pazienza, perché man mano tutto riprenderà il suo solito corso.