Pensioni, buona notizia a partire da ottobre: cosa ha deciso il Governo

Novità pensioni, la buona notizia potrebbe interessare tutti già a partire da ottobre: ecco tutto quello che c’è da sapere sin da subito. 

Uno degli argomenti più ‘caldi’ e che da sempre è fonte di enormi discussioni, è l’importo delle pensioni. Per alcuni fin troppo bassi e che per questo necessitano di alcune modifiche e di aumenti necessari.

pensioni ottobre
Aumento pensioni ottobre. Credit: Adobe-Stock

Di questi periodi, soprattutto per le persone anziane che vivono di sola pensione, riuscire ad arrivare a fine mese è sicuramente ancora più difficile del solito. I forti aumenti di tutti i beni di prima necessita e il caro bolletta, ha messo seriamente in difficoltà tantissime persone, che molto spesso non sanno davvero come sbarcare il lunario. Anche fare una semplice spesa, risulta essere davvero complicato e spesso saranno costretti a dover rinunciare per forza di cose a qualcosa. Nonostante il Governo abbia varato nuovamente il decreto aiuti bis e dato il via libera ad una serie di bonus, la situazione per molte famiglie non è migliorata del tutto.

Novità in arrivo per le pensioni di ottobre: ecco cosa sta per accadere

Come tutti sanno, con l’arrivo del nuovo anno gli importi delle pensioni vengono adeguati in base ai tassi d’inflazione dell’anno precedente. Questo serve principalmente per non far perdere potere d’acquisto all’importo delle pensioni, che verranno adeguate proprio in base all’inflazione e che garantiranno sempre importi affidabili. Anche se di poco, permetteranno comunque di avere un leggero aumento rispetto all’anno precedente.

pensioni ottobre
Novità pensioni ottobre. Credit: Adobe-Stock

Quello che però è accaduto nel gennaio 2022, dove le pensioni hanno avuto un adeguamento più basso della reale inflazione, ha fatto sì che per metterle in pari ed aumentarle dal 1,7% al 1,9% e grazie anche al decreto aiuti bis, questo adeguamento avverrà in via eccezionale a partire dal mese di ottobre e non si dovrà aspettare l’anno nuovo.

Ma le buone notizie non finiscono di certo qua, perché sempre il decreto aiuti bis prevede in realtà ben due adeguamenti:

  • il primo sarà di circa lo 0,2% e sarà la differenza per recuperare l’inflazione del 2021 e riguarderà tutte le pensioni;
  • il secondo adeguamento invece sarà un anticipo del 2% sulla rivalutazione del 2023. Questa però riguarderà esclusivamente i pensionati che non percepiranno una pensione mensile oltre i 2.692 euro al mese.

Detto questo, ci sono altre due cose fondamentali da sapere. Per quanto riguarda l’adeguamento dello 0,2% pari a circa 2 euro al mese, si dovrà aspettare Novembre.

Mentre per quanto riguarda l’adeguamento del 2%, con una cifra che si aggira tra i 10 e i 50 euro, l’accredito avverrà già con la mensilità di ottobre.

Nonostante non si parli di cifre esorbitanti, sono sempre un piccolo aumento, che di questi periodi non fa di certo male e potrebbero essere sicuramente d’aiuto.