Avere una pianta di avocado in casa è semplicissimo, basta seguire questi consigli

Ti piace l’avocado e vorresti averne una pianta in casa? Segui questi semplicissimi consigli e l’avrai in pochissimo tempo!

Sono sempre maggiori gli influssi di altre culture, a livello culinario, nella nostra. Qualche anno fa non avremmo mai pensato di mangiare cibi come papaya, avocado o mango, eppure oggi sono qui da noi, importati dalle Americhe. Lo scambio interculturale si fa sempre più profondo creando così una perfetta rete culinaria che unisce la nostra cucina con la loro, utilizzando ingredienti fino a poco tempo fa per noi estranei.

avocado
Per avere una pianta di avocado devi assolutamente seguire questi consigli: germoglierà in un attimo – Credits: Adobe Stock

Un esempio è l’uso, sempre più frequente, dell’avocado. Ma hai mai pensato di coltivare una piantina in casa? Il modo in cui lo potrai fare è semplicissimo e ci vorranno pochissimi consigli per renderla perfetta.

Fai crescere la tua pianta di avocado in casa: devi seguire questi consigli e sarà perfetta

Partiamo col dire che l’avocado è un frutto, verde, che proviene dall’America. Lo possiamo mangiare sia così, nei pomeriggi d’estate, a pezzettini o a piccoli pezzi nelle insalate o addirittura spalmato sul pancarrè. Ma come cresce quest’incredibile frutto? Vediamo insieme come poterlo coltivare in casa.

Per prima cosa bisogna pulire per bene il nocciolo interno: quindi apriamo l’avocado e puliamo per bene il seme interno, eliminando qualsiasi tipo di polpa intorno. Possiamo utilizzare anche l’acqua corrente per poter eliminare i residui di polpa.

piantina
Ci vorrà un po’ di pazienza e amore, ma alla fine si avrà un meraviglioso risultato – Credits: Adobe Stock

Fatto ciò possiamo tranquillamente iniziamo il nostro ‘esperimento’. La prima cosa da saper riconoscere è la forma del nocciolo: quest’ultimo deve avere una parte alta e appuntita e una bassa e schiacciata. Ovviamente quella che andremo a mettere nell’acqua sarà quella bassa e schiacciata.

Mettiamo quindi, all’interno del nostro nocciolo, degli stuzzicadenti che andremo a posizionare a qualche cm di distanza tra loro e che reggeranno il seme sul bicchiere. Riempiamo quindi un bicchiere di plastica trasparente pieno di acqua e poggiamoci dentro il nocciolo del nostro avocado e lasciamolo in acqua fino a quando non vedremo germogliare le prime radici. Ovviamente l’acqua va cambiata almeno ogni 5 giorni, per poter così evitare la formazione di muffa e la proliferazione dei batteri.

Infine vedremo che, nel momento in cui germoglierà qualche radice, la pelle marrone intorno inizierà a sgretolarsi e pian piano andrà via dando vita alla nostra piantina.