Così non dovrai più buttarle subito: come conservare le banane in maniera perfetta

Come conservare le banane evitando che anneriscano in pochissimi giorni? Segui questi trucchetti e non dovrai più gettarle!

Ricchissime di sali minerali tra cui il potassio, fonte di vitamine, energia e altamente digeribili: le banane, ormai acquistabili tutto l’anno, sono dei frutti tropicali gustosi e morbidi, spesso amati dai bambini per la loro dolcezza e adorate anche dagli adulti poiché estremamente versatili, da utilizzare in ricetta dolci, ma anche salate. Questi frutti dalla forma divertente presentano una buccia semi dura e resistente, ma è la polpa la parte più golosa in assoluto.

come conservare le banane
Conservare le banane così e dureranno molto più a lungo!
Credits_adobestock

A differenza di altre tipologie di frutta, le banane continuano a maturare anche dopo la loro raccolta e ovviamente presentano stati di maturazione diversi. C’è chi le preferisce ancora verdi, quindi più compatte e aspre, chi invece non può fare a meno di gustarle ben maturate, quando sono morbidissime e al picco della loro dolcezza. Ma vi siete mai chiesti come conservarle perfettamente per evitare di gettarle già dopo qualche giorno?

Ecco come conservare le banane nel modo corretto: fai così e non le perderai, facendole durare invece a lungo

Come abbiamo detto, la banana è un frutto che continua a maturare anche dopo la raccolta. Questo di per sé non è un problema, purtroppo però in base alle stagioni e al clima in cui viviamo, possono annerirsi eccessivamente già dopo solo due giorni, dovendole poi gettare nel bidone dell’umido. Come possiamo quindi conservare le banane nel modo corretto garantendo loro vita lunga?

conservare banane
Le banane troppo mature e ormai molli possono essere sfruttare per preparare anche ottimi frullati estivi aggiungendo cioccolato e frutta secca!
Credits_adobestock

Iniziamo dal classico metodo di conservazione e che dovrebbe essere quello ufficiale: a temperatura ambiente e appese. In questo modo non andremo ad alterarne lo stato di maturazione, lasciando al frutto la possibilità di farlo secondo i suoi tempi. Le banane dovrebbero essere appese per evitare che tra loro possano ammaccarsi, schiacciarsi o accelerare la maturazione, posizionandole in un luogo fresco, lontano da fonti di calore e dal Sole. Se ne abbiamo acquistato più di un casco e non vogliamo correre il rischio di perderle, ricopriamo con la pellicola le varie estremità unite.

Le banane solitamente non dovrebbero essere conservate in frigorifero poiché le basse temperature bloccano il processo di maturazione. Tuttavia quelle di un giallo intenso oppure con qualche piccola macchia potranno essere riposte nel cassetto della frutta, così potranno durare più giorni. Evitiamo invece di inserire nel frigo quelle ancora verdi poiché andremmo a perderle. In ultimo, ma non per importanza, ricordiamoci di selezionare al supermercato o dal fruttivendolo delle banane dalla buccia gialla e con le estremità di un verde intenso. Questi dettagli ci confermano ancora la non totale maturazione del frutto e di conseguenza in casa dureranno per più giorni. Se invece le banane ormai hanno superato il loro processo di maturazione possiamo sfruttarle per la preparazione del banana bread, di crostate oppure pancakes da colazione!