Si chiamano Ginetti e sono delle ciambelline Pasquali davvero golose: non aspettare, provale ora

Un dolce tipico della Pasqua a forma di ciambella? Certo che si, si chiamano Ginetti e sono tipici della tradizione calabrese: una vera bontà.

Come ogni festività che si rispetti, anche la Pasqua avrà i suoi simboli culinari. Tra tipici antipasti pasquali, fino ad arrivare ai classici primi al forno, tutto dovrà essere perfetto per questi giorni di festa e di convivialità.

ginetti
Sono tipici della Pasqua e si chiamano Ginetti, un gusto tutto da scoprire. Credit: Adobe-Stock

Un ruolo sicuramente molto rilevante lo hanno anche loro , i dolci pasquali, che, con le loro particolarità e il loro sapore unico varieranno da regione a regione. E se a Napoli, la pastiera è sicuramente il dolce più preparato, in Calabria ci saranno loro, i Ginetti, taralli dolici tipici della loro tradizione, ricoperti da una glassa zuccherina che prende il nome di naspro e che porteranno una ventata di festa in tavola. Ed è proprio la loro ricetta che oggi vogliamo mostrarvi, una vera specialità tutta da provare.

Ginetti: questi tarallini dolici saranno perfetti per la Pasqua

Realizzare queste ciambelline dolci sarà davvero facilissimo. Basterà davvero poco e potrete assaggiare una vera specialità. Allora scopriamo subito tutti gli ingredienti che vi serviranno:

  • 3 uova
  • 250 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • Codette dolci

PER IL NASPRO

  • 250 g di zucchero
  • Mezzo limone
  • 100 ml di acqua
ginetti
Scopri come preparare questi gustosissimi Ginetti. Credit: Adobe-Stock

Per preparare i Ginetti, aiutatevi con una planetaria, che vi permetterà d’impastare senza fatica.

Mettete quindi nella ciotola la farina, lo zucchero e le uova ed iniziate ad impastare.

Appena otterrete un panetto liscio, trasferitelo su di un piano di lavoro leggermente infarinato e proseguite la lavorazione per un paio di minuti.

A questo punto staccate dei piccoli cordoncini e dategli la classica forma dei taralli. Con queste dosi dovreste ottenerne circa 10 di media grandezza.

Intanto portate a bollore una pentola piena d’acqua e quando inizierà a bollire tuffate i vostri taralli e lasciateli cuocere per 3-4 minuti. Vi accorgerete che sono pronti perché saliranno a galla.

Quindi prendeteli e poneteli su una teglia ricoperta da carta forno.

Con un coltello incidete lungo tutto il lato, in questo modo durante la cottura si apriranno.

Infornateli quindi a 250° per circa 15 minuti.

Una volta cotti, toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare completamente.

Nel frattempo preparate il naspro. Mettete un pentolino sul fuoco e fate sciogliere lo zucchero nell’acqua. E lasciate cuocere fin quando non arriverà alla temperatura di 110°.

Trasferitelo in una ciotola e versate il succo del limone filtrato.

Montatelo con le fruste elettriche e quando otterrete un composto spumoso e bianco, potrete immergere i vostri ginetti.

Infine decorate con gli zuccherini e lasciate ben compattare il tutto.