L’errore più grande che facciamo quando iniziamo una dieta: sfatiamo un grosso mito

Si fa presto a dire ‘dieta’. Quante ne abbiamo provate nella nostra vita ecco il luogo comune per eccellenza che tutti conosciamo e che dovremmo sfatare.

Con l’esplosione delle diete fai-da-te possiamo sperimentare moltissimi regimi alimentari ristretti in completa autonomia. Ma il più delle volte rischiamo di mettere alla prova il nostro fisico e la nostra salute senza essere seguite come invece dovremmo.

dimagrire
Ecco l’errore che facciamo tutti quando ci mettiamo a dieta (Foto di PublicDomainPictures da Pixabay)

Quanti luoghi comuni gravitano attorno alle diete? Moltissimi, uno in particolare è diventato una convinzione abbastanza radicalizzata. Vediamo di cosa si tratta e del motivo per il quale è così sbagliato.
Negli ultimi anni si è andato a formare un vero e proprio trend che si basa proprio su un apporto basso di questo macro-nutriente. Ma come anticipavamo sopra, è un grande errore ridurlo in modo così netto.

LEGGI ANCHE: Mangiare fuori non sarà più un problema: ecco i piatti da consumare se sei a dieta

Eliminarli dalla dieta non ci farà dimagrire

Stiamo parlando di loro: i carboidrati. Dobbiamo sapere che ridurli non fa bene come potremmo pensare. Continua a leggere e scopri cosa succede quando li togli o li riduci della tua routine alimentare. Ricordiamo che il nostro corpo ha bisogno di carboidrati perchè sono letteralmente il nostro carburante energetico, non potremmo vivere bene senza.

panino
Ecco cosa succede quando smettiamo di mangiare questo alimento (Foto di Steve Buissinne da Pixabay)

LEGGI ANCHE: Altro che dieta! Se non riesci a dimagrire è forse colpa di questi errori che commetti senza saperlo

Limitarli, soprattutto quelli raffinati, tuttavia non è completamente da demonizzare, ma potrebbe essere utile sostituirli.Per questo è meglio scegliere i carboidrati integrali. Il processo di raffinazione della farina produce una riduzione delle fibre. Questa pratica infatti altro non porta che una perdita di alcune sostanze del prodotto. Optare per i carboidrati integrali consente di migliorare la nostra nutrizione, innanzitutto perchè ci rendono sazi per più tempo, poi hanno un indice glicemico e un contenuto calorico basso e più fibre. La presenza delle fibre aiutano il funzionamento intestinale. Inoltre i cereali integrali abbassano l’assorbimento sia dei grassi che colesterolo “cattivo” e accrescono la vitamina E e di alcune vitamine del gruppo B.

LEGGI ANCHE: Se hai la pancia gonfia è perché non hai ancora eliminato dalla tua dieta questi alimenti

Ma cosa succede quando smettiamo di assumere i carboidrati?

  • Può confonderci: uno studio ha riscontrato che chi conduce una dieta con pochi carboidrati ha avuto dei risultati scarsi in alcuni test, in particolare quelli mnemonici.
  • Ritmo cardiaco: un’altra indagine ha visto che diete con pochi carboidrati hanno prodotto, in chi le conduceva, problemi legati alla frequenza cardiaca. In particolare hanno visto emergere problematiche come fibrillazione atriale e frequenze irregolari.
  • Aumento colesterolo cattivo: questo avviene perchè diminuendo i carboidrati vengono aumentate dosi di proteine e grassi animali, provocando un alto livello del colesterolo LDL. Mentre i carboidrati integrali invece aiutano a produrre il colesterolo HDL, ovvero quello buono riducendo quello definitivo cattivo.
  • Stitichezza: la riduzione delle fibre intaccano il funzionamento digestivo. Possiamo trovare contenuti di fibre con pochi carboidrati nelle noci, semi, cavolfiori e broccoli.
  • Sonno: i carboidrati integrali sono semplici da digerire e aiutano a produrre serotonina, elemento indispensabile per il rilassamento e la qualità del sonno.