Insalata di riso: in quale scomparto del frigo conservarla e soprattutto per quanto tempo?

Vuoi conservare l’insalata di riso ma non sai come farlo correttamente? Ti basterà seguire questi consigli e sarà perfetta anche giorni dopo. 

come conservare insalata di riso
Non sai come conservare l’insalata di riso? Fai così! Foto di AURELIE LUYLIER, You’re Welcome! da Pixabay

Quando si ha voglia di un piatto fresco, ricco e saporito, l’insalata di riso è senza dubbio al primo posto. Facile da preparare, è il giusto mix tra velocità e sapore. La quantità giusta per l’insalata di riso non esiste, tutto va molto a “sentimento”, praticamente più cose ci mettete e meglio è. Ma la vera comodità di questa pietanza, è che potete prepararla anche in anticipo e consumarla il giorno dopo. Anzi in questo modo tutti i sapori si saranno perfettamente amalgamati tra loro ed avrete un gusto davvero unico. Ma a proposito di conservazione, sapete come fare per conservarla al meglio e far si che il suo sapore resti inalterato?

LEGGI ANCHE: Estate in arrivo? Questa insalata fresca di riso è ciò di cui hai bisogno! Una bontà

Come sarebbe meglio conservare l’insalata di riso? Ecco cosa c’è da sapere

Per avere un’insalata di riso perfetta, esistono piccoli trucchetti da mettere in pratica sin dall’inizio della sua preparazione. A partire dalla scelta del riso da utilizzare. Uno tra i migliori è senza dubbio il Ribe, che con i suoi chicci compatti è perfetto per questo tipo di preparazione. Da non sottovalutare anche il Roma e il Venere, più pregiati ma deliziosi allo stesso tempo. Una volta che il riso sarà cotto, mi raccomando non raffreddatelo sotto acqua corrente, questo gesto farebbe perdere solo il sapore al riso. Piuttosto sgranatelo e ponetelo su un canovaccio di cotone.

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE PER ALTRI TRUCCHI E CONSIGLI

Ma ora veniamo al succo del nostro articolo, ossia come conservare nel frigo l’insalata di riso e soprattutto per quanto tempo. La risposta è davvero semplice, prima di tutto usate contenitori di plastica con coperchi ermetici. Sconsigliato è l’alluminio, soprattutto se ci aggiungete del succo di limone. Una volta che avrete riposto il riso nei contenitori, chiudete bene con il coperchio e riponetelo nel ripiano più freddo del frigo, questo ripiano varia in base ai modelli dei vostri frigoriferi, in genere però dovrebbe essere quello più basso. Dopodiché solo ed esclusivamente a patto che non avete aggiunto maionese o uova sode, l’insalata di riso si conserva sino a tre giorni dalla sua preparazione. E se quando lo prendete dal frigo dovesse risultare troppo secco, vi basterà aggiungere un filo d’olio e dare una bella mescolata. Prima di servirlo lasciatelo almeno mezz’ora a temperatura ambiente e gustate la sua bontà.