Bimbi e paura del buio: come aiutarli a superarla, i consigli utili

La paura del buio nei bambini è molto frequente: vediamo come possiamo aiutarli a superare questa fobia e farli dormire sereni

paura del buio
Come aiutare i più piccoli a superare la paura del buio? Alcuni consigli utili per mamma e papà

Nei primi mesi di vita sino al secondo/terzo anno di età circa, è frequente che i bambini dormano nella culla in camera con i genitori, o anche nel lettone in diverse circostanze. In situazioni come queste, il bambino si sente coccolato ed al sicuro: protetto da mamma e papà non c’è brutto sogno che tenga, i suoi eroi sono li accanto a lui. Arriva però il fatidico momento. Il bambino avrà una cameretta tutta sua, un letto tutto suo. Questa ‘novità’ potrebbe spaventarlo, soprattutto perché significherebbe addormentarsi e restare ‘solo’ durante la notte senza mamma e papà al suo fianco. Sale così la paura del buio, di restare solo in una stanza per lui ‘grande’ e ciò genererà in lui difficoltà nell’addormentarsi. Come possiamo intervenire e fare in modo che i nostri piccoli possano superare questo timore ed addormentarsi serenamente? Scopriamo alcuni consigli utili al caso.

LEGGI ANCHE >> Baby Swadding, la tecnica che concilierà il sonno del Neonato!

Come aiutare i bambini a superare la paura del buio?

Avere paura del buio nei bambini è normale, soprattutto se ciò implica che dovranno separarsi dalle figure genitoriali, dimora sicura per loro. Nel momento in cui subentra questo timore né il bambino né mamma e papà riescono a riposare bene. Cosa possiamo fare per fare in modo che la paura del buio diventi solo un lontano ricordo?

PER ALTRE NOVITA’ E CONSIGLI SEGUICI SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE

  • La prima cosa importante da fare è cercare di instaurare un dialogo con il piccolo per fare in modo che questo possa comunicarci la sua paura. Non facciamolo sentire sminuito; piuttosto mostriamoci interessati a ciò che vuole dirci.
  • Cerchiamo di non assecondare la loro paura perché questo non gli permetterà di superarla.
  • Dopodiché cerchiamo di fare in modo che il bambino possa ‘familiarizzare’ con il nuovo ambiente in cui si trova, facendogli capire che la sua stanza non è affatto fonte di pericolo.
  • Lasciamo una lucina accesa a bassa intensità in modo tale da non rendere l’ambiente ostico al sonno, ma che possa semplicemente farlo sentire al sicuro nel momento in cui cerca di posare il suo sguardo e ritrovare così oggetti a lui ‘amici’;
  • Raccontiamogli una favola: questo potrebbe aiutarlo a rilassarsi ed a distrarsi favorendo così il sonno;
  • Giochiamo insieme a loro: sfruttiamo il buio e una lucina per creare sulle pareti dei giochi d’ombre con le mani. In questo modo riusciranno a sentire meno estraneo quell’ambiente e riusciranno ad accettare anche quell’atmosfera e dormire serenamente.