Sai cosa simboleggia e perché si mangia l’Uovo di Pasqua? Non avresti mai immaginato il suo significato!

Uovo di Pasqua: cosa simboleggia e perché si mangia in questa occasione, scopriamo insieme il significato di questa secolare tradizione

Uova di Pasqua significato
Ecco il significato delle Uova di Pasqua? Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

Buona Domenica ma soprattutto Serena Pasqua a tutti voi amici di Mammastyle. La Santa Pasqua è una delle ricorrenze più importanti insieme a quella Natalizia. Anzi, è considerata un evento anche più importante del Natale stesso. Questo è dovuto al suo significato. La Pasqua è intesa come un periodo di ‘transizione’, un passaggio che segna la fine ed il principio di qualcosa. Non a caso sebbene questa ricorrenza non abbia una data predefinita come accade per le festività natalizie, la si celebra sempre nel periodo successivo all’arrivo della primavera. Il fatto che coincida anche con questa nuova stagione, sta appunto ad indicare il messaggio di rinascita, di passaggio che è insito nel suo significato religioso. La morte, quindi la fine, è segnata da questo passaggio verso la rinascita. La Resurrezione di Gesù Cristo, che risorgendo si è fatto Uomo ed ha compiuto il più grande Sacrificio cancellando il Peccato Originale. L’evento in se che segna un nuovo inizio porta con sé uno spiraglio di luce, di speranza e di bene verso il prossimo. Alla Pasqua sono associati dei simboli che sono ormai entrati a far parte delle nostre tradizioni. Oggi vogliamo raccontarvi le origini di questa tradizione ormai secolare: sapete perché si mangia l’uovo di Pasqua? Scopriamolo il suo significato!

LEGGI ANCHE >> Auguri Pasqua 2021: le frasi più belle da rivolgere a mamma e papà

Uovo di Pasqua: conosciamo il suo significato secondo la tradizione, ecco cosa simboleggia

La simbologia legata all’Uovo di Pasqua è piuttosto antica. Che si tratti di uova di carta pesta puramente decorative, uova bollite, uova di cioccolato, queste hanno un legame con la ricorrenza della Santa Pasqua. Secondo la cultura Pagana le uova sono considerate simbolo di rinascita e di fertilità e pertanto sono collegate all’arrivo della primavera che con la fioritura, saluta la vecchia stagione e segna per l’appunto una rinascita. Per il Cristianesimo l’uovo è considerato simbolo di vita e di rinascita, e pertanto quest’immagine simbolica è legata a quella della Santa Resurrezione. Il guscio esterno rappresenta il sepolcro all’interno del quale è presente la nuova vita. Poiché nei giorni di Quaresima non si potevano consumare alimenti come carne ed uova, è nata in epoca Medievale l’idea di regalarle in dono. Certo inizialmente non si parlava delle uova di cioccolato, la cui usanza si è invece diffusa in tempi invece più recenti. Si donavano uova sode avvolte all’interno di foglie decorative.

Uova decorate Foto di silviarita da Pixabay

Da li si è poi diffusa l’usanza di decorare le uova con elementi naturali e successivamente ha preso il via l’idea più recente di decorarle in modo fantasioso. Solo in epoca più recente si parla invece di uova di cioccolato che oltre al loro significato simbolico sono sicuramente tra le più amate da grandi e piccini.

Uova di Cioccolato Foto di silviarita da Pixabay

L’usanza di regalarle in dono deriva dall’idea di donarle in segno di augurio e di buon auspicio. Ma non solo le uova di Pasqua hanno insito in sé un significato legato a questa ricorrenza: ce ne sono anche altri che adesso scopriamo!

PER ALTRE NOVITA’ E CONSIGLI SEGUICI SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Non solo Uova: ecco quali sono gli altri simboli della Pasqua

Altri simboli che riconosciamo in questa ricorrenza sono:

  • Il Coniglietto o meglio la Lepre: che si tratti del coniglietto di carta pesta o del coniglietto di cioccolato anch’esso è riconosciuto come un simbolo strettamente legato alla ricorrenza della Santa Resurrezione. La sua simbologia come anche l’uovo è piuttosto antica e risale in particolare alla Germania dell’epoca Medievale. Secondo questa tradizione, ai bambini veniva chiesto di preparare il ‘nido’ nella notte del Sabato Santo, così che il coniglietto avrebbe potuto trovare al suo arrivo le provviste lasciando per lui dei doni. E’ dal ‘700 circa che si è poi iniziato a produrre il cosiddetto Coniglietto Pasquale di cioccolato, divenuto poi famoso in tutto il mondo. Anche il coniglietto/lepre è visto come simbolo di rinascita, della Resurrezione: Sant’Ambrogio fu il primo ad attribuire all’animale questo significato soprattutto per la caratteristica di quest’ultimo di cambiare colore del manto a seconda della stagione. Ciò fa pensare alla Resurrezione di Gesù nel giorno della Santa Pasqua, che rinasce ed esce fuori dal sepolcro così come il leprotto in primavera esce fuori dalla sua tana.
  • La Colomba: è considerata simbolo di pace e benevolenza tra gli uomini. La sua simbologia si rifà al racconto biblico del Diluvio Universale: dopo la tempesta la colomba ritorna a Noè con un ramoscello d’ulivo il quale capì che le acque erano ormai calme e che Dio non provava ira verso gli uomini.
  • L’agnello: nella sua purezza ed innocenza è visto come simbolo di sacrificio. La tradizione di mangiare Agnello a Pasqua è legata alla Pasqua ebraica ed in particolare ad un evento biblico che risale alla liberazione degli Ebrei che erano sotto la schiavitù egiziana. Nel Nuovo Testamento, l’agnello sacrificato ricorda pertanto Gesù che si sacrifica per liberare l’Umanità dal Peccato Originale e condurla pertanto alla Salvezza.