Sai come conservare gli avanzi del Casatiello e per quanto tempo? Con questi trucchetti sarà come appena sfornato!

Come e per quanto tempo conservare il casatiello? Se hai degli ‘avanzi’ puoi conservarli così: con questi trucchetti sarà sempre morbidissimo, proprio come appena sfornato! 

come conservare il casatiello
Sai come poter conservare gli avanzi del casatiello napoletano? Ecco alcuni consigli utili per preservare la sua morbidezza oltre che il suo inimitabile gusto, così sarà come appena sfornato!

Re indiscusso delle nostre tavole, in occasione della Pasqua prepariamo tutti il fatidico Casatiello Napoletano. Un rustico lievitato ripieno di salumi, formaggi ed uova sode incredibilmente gustoso e ricco di sapore. Lo si porta in tavola nel giorno del Sabato Santo precedente la Domenica della Santa Pasqua. Può capitare però che non lo si finisce tutto, magari ne abbiamo sfornato più di uno, e si tende quindi a conservarne ‘gli avanzi’ per poterli consumare nei giorni successici di Pasqua e ‘Pasquetta’. Bisogna però prestare attenzione a come lo si conserva perché altrimenti si rischia di consumarlo quando è ormai troppo secco e si fa davvero fatica a mandarlo giù, e soprattutto non lo si riesce a gustare a pieno perché il suo gusto risulterà alterato. Ci sono pertanto dei trucchetti segreti che possiamo tenere a mente per non commettere l’errore di consumarlo come si dice a Napoli ‘ammazzaruto’, ovvero asciutto e troppo secco. Preservandone infatti la sua conservazione potremo gustarlo sempre morbido proprio come appena sfornato. Scopriamo cosa bisogna fare!

LEGGI ANCHE >> Conosci il segreto per il Casatiello Napoletano perfetto? Eccolo svelato!

Sai come conservare gli avanzi del Casatiello? Ecco tutti i consigli utili

Anche dopo qualche giorno dalla sua preparazione resta ugualmente invitante. Tuttavia può capitare che se non conservato correttamente questo possa diventare fin troppo asciutto. Possiamo però conservarlo in modo semplicissimo. Premettiamo che possiamo consumare il Casatiello fino al massimo 4 giorni dalla sua preparazione per evitare appunto che gli ingredienti contenuti al suo interno possano andare a male. Salumi e uova soprattutto. Le nostre nonne erano solite conservare il casatiello avvolto all’interno di una tovaglia grande. Potremmo optare per questa soluzione. Ma l’ideale sarebbe conservarlo chiuso all’interno di una campana di vetro, oppure all’interno di bustine per alimenti magari tagliato in fette o ancora all’interno di contenitori a chiusura ermetica così da riuscire a preservarne il più possibile la morbidezza e la fragranza.

PER ALTRE NOVITA’ E CONSIGLI SEGUICI SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Prima di consumarlo però, possiamo anche scegliere di riscaldarlo qualche secondo al microonde oppure in forno. Basterà coprirlo in superficie e riporlo in forno qualche minuto, servito caldo è davvero gustosissimo, sembrerà come appena sfornato!

Si può congelare il Casatiello avanzato ?

Beh sarebbe preferibile evitare di congelare gli avanzi del Casatiello, in quanto questo al suo interno contiene anche le uova sode che non conviene congelare per evitare di alterarne la qualità. Se invece abbiamo preparato il ‘Tortano’ che invece non contiene uova al suo interno, al posto del ‘Casatiello’, possiamo pensare di congelarlo tagliandolo in fette e riposte singolarmente nelle apposite bustine per alimenti così da poterlo scongelare all’occorrenza, oppure possiamo congelarlo interamente. Nel momento del bisogno, lo scongeliamo e poi lo riscaldiamo in forno.