Come pulire i lampadari: il trucchetto veloce che non avresti immaginato

Se ti stai chiedendo come pulire i lampadari, noi abbiamo il trucchetto che fa al caso tuo! Puliscilo a dovere in questo modo, vedrai che brillantezza!

Il lampadario è uno di quegli oggetti di arredamento non solo volto ad illuminare gli ambienti, ma a renderli più eleganti, belli e raffinati. Di tantissimi stili diversi, possiamo trovare quelli più classici per una sala da pranzo con mobili antichi e vintage oppure minimal per uno stile urban della cucina davvero ricercato e semplice. Insomma, i designer propongono sempre qualcosa di fresco e innovativo, ma la polvere che spesso si deposita su di essi viene sottovalutata, impedendogli poi di riflettere la luce a dovere. Ogni lampadario è composto da un materiale specifico e necessita di una cura mirata. Noi oggi vogliamo insegnarvi come farli rispendere con dei trucchetti davvero originali! Scopriamoli insieme nel dettaglio

LEGGI ANCHE: Come pulire il condizionatore: alcuni trucchetti che non avresti mai immaginato

Come pulire i lampadari: alcuni facili trucchetti che ti semplificheranno la vita

Pulire almeno ad ogni cambio di stagione il lampadario è piuttosto importante, per non ritrovarsi una luce fioca e debole all’interno degli ambienti e per evitare che cumuli di polvere possano cadere per via del vento o della corrente tra le finestre aperte. Come appena detto, ogni tipologia di lampadario necessita di una cura mirata e con qualche semplice trucchetto riusciremo in pochissimo tempo a farlo tornare come nuovo. Vediamo nel dettaglio come fare:

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

Per i lampadari in vetro e cristallo: il materiale che compone questa tipologia di lampadari è molto delicato e spesso prodotti sgrassanti possono risultare eccessivamente aggressivi. In nostro aiuto viene l’aceto comune riposto in qualsiasi dispensa e sarà davvero formidabile. Dopo averlo smontato, versiamo in una ciotola 1 bicchiere d’acqua e 1/2 di aceto, imbeviamo un panno in microfibra e passiamolo su tutte le componenti del lampadario, lasciando agire qualche minuto. Basterà poi asciugarlo con un panno asciutto eliminando i residui per notare nell’immediato un’immediata brillantezza.

come pulire lampadari
Per i lampadari in tessuto, basterà nebulizzare sulla superficie acqua e succo di limone per sgrassarli e macchiarli in poco tempo

Per i lampadari in plastica: quelli in plastica sono spesso i più comuni non solo per la facile lavorazione del materiale, ma anche per l’accessibilità nei costi. Eppure la plastica è quella che trattiene maggiormente la polvere e bisognerà agire con un comunissimo sapone di Marsiglia. Versiamo in un contenitore con beccuccio spray 2/3 di acqua, aggiungiamo un cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido oppure qualche scaglia di quello solido. Agitiamo per qualche minuto e nebulizziamo su tutta la superficie, lasciando agire qualche minuto. Strofiniamo con una spugna per piatti e poi asciughiamo con un panno in microfibra. Il nostro lampadario sarà tornato come nuovo!

Per i lampadari in metallo: questo materiale viene spesso usato per realizzare i lampadari in quanto molto resistente e robusto, eppure tende a macchiarsi e sporcarsi facilmente, così come subire il processo di ossidazione. In questo caso, correrà in nostro aiuto il nostro amato bicarbonato. Basterà scioglierne 2 cucchiai in 1 bicchiere d’acqua, strofinare la lozione con una spugnetta morbida e lasciare agire qualche minuto. Risciacquiamo con acqua fresca e poi asciughiamo con un panno in microfibra. Sarà perfettamente lucido e pulito!