Stretching da scrivania: 3 esercizi contro il dolore da smart working

Se trascorri tante ore davanti al computer, incorrerai prima o poi in uno spiacevole mal di schiena. Prova questo stretching da scrivania e di addio al mal di schiena

Chi lavora in smartworking o chi passa molto tempo seduto, prima o poi avrà subito quasi sicuramente, spiacevolissimi mal di schiena anche piuttosto dolorosi che, con il protrarsi del tempo, avranno intaccato anche gambe, spalle e ginocchia. Specialmente chi lavora in ufficio, in call center o segreteria, necessita di alcuni movimenti atti a rilassare la postura e a distendere quei punti critici del corpo che, se non curati o ignorati, possono poi generare problematiche decisamente più gravi. Scopriamo insieme alcuni movimenti di stretching da scrivania da eseguire durante le ore di lavoro che daranno un sollievo immediato e duraturo

LEGGI ANCHE: Mal di schiena in gravidanza, come alleviare il dolore

Stretching da scrivania: alcuni esercizi utili per chi lavora molto tempo davanti al computer

Chi lavora spesso davanti al computer o è costretto a stare parecchie ore seduto, sa bene quanto spesso il mal di schiena, di collo o di gambe possa mettere a repentaglio alcune azioni quotidiane che, a lungo andare, possono poi trasformarsi in vere e proprie problematiche conclamate. Secondo le normative previste della sicurezza sul lavoro, chi è solito stare davanti al computer o spesso seduto, dovrebbe fare una pausa ogni 2 ore di almeno 15/20 minuti, passeggiando, sgranchendo le gambe, salendo o scendendo le scale. E’ fondamentale mantenere viva la circolazione, ragion per cui, potrebbe essere un’ottima soluzione quella di recarsi a piedi sul luogo di lavoro. Ma vediamo nello specifico qualche esercizio per la schiena e le gambe:

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

Per la schiena: eseguite i movimenti lentamente e con dolcezza, senza sforzare alcuna parte, nel modo più assoluto. Iniziamo mantenendo la nostra posizione da seduti mettendoci dritti, con la colonna vertebrale ben distesa. Poniamo le gambe divaricandole leggermente, poggiando le mani sulle cosce. Ispiriamo ed espiriamo per circa 2 minuti, rilassandoci. Incrociamo le mani all’altezza del pube per poi portarle sopra la testa stendendo anche le braccia. Eseguiamo delle leggere pressioni verso l’alto per circa 10 volte. Sempre rimanendo seduti poi, riportiamo le mani sulle cosce, alziamo il braccio sinistro, stendiamolo verso l’alto e poi portiamolo dietro la testa verso la spalla destra, eseguendo nuovamente una leggera pressione. Ripetiamo lo stesso movimento anche con l’altro braccio, per 10 volte. Ritorniamo alla posizione iniziale, stendiamo la schiena, poggiamo le mani dietro la nuca incrociandole e torciamo il torace verso destra per 10 volte e verso sinistra per altrettante, eseguendo una leggera pressione tra un movimento e l’altro. Vi sentirete sicuramente meglio.

stretching da scrivania
Se sei una mamma che lavora in smart working, concediti una pausa di 5 minuti ogni ora anche solo per alzarti a bere un bicchiere d’acqua

Per le gambe: per quanto riguarda gli esercizi delle gambe invece, possiamo attuarne alcuni da seduti ed altri da alzati, il tutto comodamente a casa o in ufficio. Iniziamo da seduti, stendendo a dovere la schiena e lasciando le spalle morbide. Divarichiamo leggermente le gambe, alziamo quella destra e teniamola sospesa per qualche secondo. Poggiamo a terra ed eseguiamo l’operazione anche con l’altra per un totale di 10 volte. Torniamo alla posizione iniziale, ammorbidiamo le spalle e poi portiamo la gamba destra verso il petto, poggiando il tallone del piede sulla sedia, lasciando invece l’altra ben distesa. Alterniamo i movimenti anche con l’altra gamba per un totale di 10 volte. Poniamoci poi in posizione eretta, schiena dritta, mani morbide lungo i fianchi e contraiamo per 20 volte i glutei. Aspettiamo qualche secondo e poi ripetiamo l’operazione. Spostiamoci poi al di dietro della nostra sedia da scrivania, poniamo le mani sullo schienale, pieghiamoci leggermente in avanti e e stendiamo la gamba destra completamente e tenendo qualche secondo la pressione. Rilasciamo e proseguiamo con l’altra per un totale di 10 volte.