Yoga e gravidanza: le posizioni migliori per prepararsi al parto naturale

Lo yoga in gravidanza risulta piuttosto efficace per ridurre il dolore, preparare il bambino a disporsi nella giusta posizione e arrivare preparate al grande giorno

Ogni donna che sia già arrivata all’ottavo mese di gravidanza saprà bene come le sue emozioni tenderanno a cambiare piuttosto facilmente. La gioia nel mettere al mondo il proprio piccolo sarà davvero incontenibile, ma allo stesso tempo si sarà preoccupate per come andrà il parto, per il dolore ed i vari fastidi annessi. In questo, alcune posizioni yoga molto semplici e facili da seguire in casa, saranno molto utili, soprattutto per controllare non solo il nostro stato emotivo, ma anche per permettere di affrontare nel migliore dei modi la sofferenza fisica che ogni messa al mondo purtroppo comporta. Scopriamo insieme quali sono le posizioni più indicate

LEGGI ANCHE: Gravidanza e travaglio: 5 consigli degli esperti per affrontarlo serenamente

Yoga e gravidanza: le posizioni ideali per permettere a noi e al bambino di facilitarci il lavoro

Dopo aver parlato con il proprio medico, chiedendo consiglio sulla possibilità di eseguire alcune posizioni yoga in casa, tutto ciò che dovrete fare sarà mettervi comode, vestiti leggeri e morbidi e seguire queste 3 mosse efficaci:

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

  • La concentrazione: stendiamo un tappetino in gomma oppure un lenzuolo sul pavimento. Incrociamo le gambe in modo da poter stare comode ed allineiamo la schiena, portando leggermente indietro le spalle. Iniziamo con l’inspirare per qualche secondo, trattenere giusto qualche istante e poi espirare per lo stesso tempo. Eseguiamo i respiri con calma, in totale tranquillità e serenità. Possiamo aiutarci ascoltando dei rumori della natura come le onde del mare, la pioggia o un caminetto che brucia.

    yoga gravidanza
    Praticare yoga in gravidanza permetterà al corpo di essere più elastico e flessibile e concentrarsi al meglio
  • La posizione del bambino: questa posizione sarà perfetta per facilitare la fuoriuscita del bambino dal canale uterino aiutando la spinta necessaria. Ciò che dovremo fare sarà di mettere le mani una sopra l’altra, poggiarle ad una parete ed utilizzarle come cuscino per la fronte. Piegare leggermente le gambe un po’ più divaricate rispetto ai fianchi ed eseguire dei cerchi con le anche seguendo il vostro movimento naturale del corpo.
  • La posizione per il dolore: per affrontare invece i dolori dati dal travaglio, tornerà molto utile questa posizione semplice ma efficace. Tutto ciò che bisognerà fare sarà mettersi a quattro zampe, mettendo le gambe in linea con le braccia che a loro volta saranno allineate con le spalle. Iniziate ad oscillare avanti e indietro, facendo prima pressione sulle braccia, poi sulle gambe e i talloni. Questa posizione oltre a lenire il dolore permetterà al bambino maggiore spinta.