Agevolazioni senza ISEE per le famiglie: quali richiedere allo stato per il 2021

Anche per il 2021 continuano le agevolazioni per le famiglie ed alcuni di questi è possibile richiederli senza ISEE. Scopriamo insieme quali sono

Anche per il 2021, nonostante i contagi da Coronavirus stiano diminuendo, sono ancora tante le famiglie con estreme difficoltà ad arrivare a fine mese e di conseguenza lo Stato ha emanato alcune tipologie di agevolazioni che non richiedano necessariamente la presentazione della certificazione ISEE. Alcuni di questi erano in ipotesi su una possibile riconferma con il nuovo anno ed effettivamente ne troviamo di diversi finalmente in forma definitiva. Scopriamo insieme quali sono e come richiederli

LEGGI ANCHE: Bonus famiglie, si può ancora richiedere: calcolo cifre e come ottenerlo

Agevolazioni per le famiglie senza ISEE: gli aiuti confermati dallo Stato per quelle in difficoltà

Alcune tipologie di bonus erogate dall’Inps non prevedono la presentazione del certificato ISEE, ragion per cui potranno accedervi liberamente tutte quelle famiglie in difficoltà, anche se va sottolineato il fatto che alcuni bonus potrebbero essere molto più bassi rispetto a chi potrà presentarlo. Vediamoli insieme nello specifico:

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’

agevolazioni famiglie senza ISEE
Molte richieste dei bonus possono essere effettuate direttamente sul portale online dell’Inps

 

  • Bonus asilo nido: il bonus asilo nido era già presente nel precedente anno e vedeva un aiuto concreto per le tasse scolastiche del privato e del pubblico per bambini inferiori ai 3 anni o con comprovate patologie gravi. Il bonus può essere richiesto senza modello ISEE ma potrà esser erogato il minimo previsto dalla legge, ovvero € 1.500. Se invece verrà presentata la documentazione completa, sarà previsto un massimo di € 3000 per redditi inferiori ai 25.000, € 2500 per quelli sopra i 25 000 e al di sotto dei 40.000.
  • Bonus mamma domani: questa tipologia di bonus non prevede alcun tipo di certificazione e può essere richiesto da qualunque fascia di reddito, prevede un aiuto di € 800 per tutte quelle future mamme che diventeranno genitrici entro l’anno. La richiesta potrà essere fatta dopo il settimo mese di gravidanza e dopo il parto per un massimo di un anno.
  • Bonus bebè: anche questo bonus potrà essere richiesto senza presentare obbligatoriamente il modello ISEE, ma va sottolineata la cifra annua massima che spetterà a chi non vorrà presentarlo, € 960 annuali, ovvero un massimo di € 80 al mese. Se si presenterà la certificazione necessaria invece, verranno riconosciuti € 120 mensili per famiglie con reddito dai 7,001 ai 40.000 annui oppure € 160 per tutti coloro che avranno un reddito pari o inferiore ai 7000.