Non gettate le bucce delle mele: il toccasana che non immagineresti per il tuo corpo

Non gettate più le bucce delle mele: l’incredibile toccasana che non immagineresti per il tuo corpo, ecco tutto quello che devi fare…

Non buttate le bucce delle mele
Non buttate le bucce delle mele: l’incredibile toccasana

Le mele sono senza ombra di dubbio uno dei frutti più amati e consumati nel mondo. Ne esistono migliaia di tipi e di gusti diversi, diffusissima in tutto il mondo è il frutto per antonomasia. Non per nulla è il primo frutto che si da ai bambini durante lo svezzamento, quello che si mangia quando si è malati e quello che si da alle persone anziane. Basti pensare al detto “Una mela al giorno toglie il medico di torno”, sicuramente chi ha pensato a questa frase sapeva il fatto suo e conosceva le potenzialità di questo frutto. Buonissimo da mangiare da solo, o anche per preparare dolci, frappè o emulsionati. Oltretutto le mele si sposano benissimo sia con le preparazioni più tradizionali, che quelle più moderne di finger food o di cucina molecolare. Oltre ovviamente a dare un tocco davvero unico anche ai piatti salati. Come se non bastasse è importantissimo sapere che della mela, non si butta via niente! Avete capito bene, anche le bucce possono essere riutilizzate, probabilmente in un modo che non avreste mai immaginato. 

LEGGI ANCHE: San Valentino, prepara le rose golose: serviranno solo mele e altri due ingredienti

Non gettate le bucce delle mele: il toccasana che non immagineresti per il tuo corpo

La mela oltre ad essere un depurativo naturale, mucolitico e digestivo, è anche un elemento in grado di combattere lo stress. In particolare, la mela Stayman ha una buccia molto spessa e varia dal verde giallo al rosso. La sua ‘carne’ è soda e succosa. Particolarmente ricca di acido tartarico, zinco e magnesio, risulta quindi molto adatta alla preparazione di infusi per combattere non solo l’insonnia, ma anche l’ansia. 

Preparare questo tipo di infuso è davvero semplice, oltre che molto economico, visto che generalmente la buccia delle mele noi la gettiamo, invece adesso la recuperiamo. Per prima cosa prima di mangiare la mela ricordiamoci di lavarla accuratamente in acqua e bicarbonato, poi le bucce le poggiamo su una teglia da forno e le lasciamo al sole una giornata ad essiccare, oppure in forno a bassa temperatura. Una volta fatto ciò conserviamo in un barattolo di vetro. La sera non vi servirà altro che bollire 5 o 6 pezzetti di buccia in una bella tazza d’acqua. Lasciate in infusione e bevete prima di coricarvi. Il suo effetto rilassante sarà immediato.