Piatti rotti e vecchi? Non buttarli più, recuperali e riutilizzali così!

Non potrai più gettare via i piatti rotti e vecchi in giro per casa e potrai riutilizzarli in maniera creativa e intelligente

piatti rotti
Non buttare via i vecchi piatti rotti, ci sono tanti modi per riutilizzarli in maniera creativa 

Quante volte vi è capitato di rompere un piatto e di sbeccarlo? O peggio ancora, di frantumarlo in tanti pezzi? Adesso i piatti rotti e vecchi possono riprendere vita: bastano dei piccoli trucchetti intelligenti e che danno sfogo alla vostra fantasia. Si possono riutilizzare in diversi modi, seguendo sempre un’idea di un riciclo green e fai da te. La ceramica è un ottimo materiale da recuperare e da riciclare anche nei frammenti più piccoli. Vediamo gli utilizzi più originali!

Leggi ancheRiciclo intelligente, crea un portapenne per i tuoi bambini così

Piatti rotti, scatenate la fantasia

Con i piatti rotti e i frammenti di ceramica, potete veramente dare sfogo al lato creativo del vostro carattere. Con il piatto spezzettato potete creare un bellissimo mosaico da appendere in cucina o in salotto (o dove più vi piace). Prendete un cartone molto spesso per la base, oppure di sughero, dove incollare i frammenti con la colla a caldo e appenderlo con un gancio. Attenzione alle mani: la ceramica, quando si spezza, è molto tagliente. Utilizzate le giuste precauzioni, come dei guanti in gomma.

Con la stessa tecnica del mosaico, potete addirittura creare una cornice per uno specchio. Assicuratevi solo di prendere le misure giuste del quadretto da ricreare e fissarlo bene sullo specchio. Potete decorare gli oggetti più disparati: il tavolo della cucina, un portapenne, un dipinto a rilievo per un effetto tridimensionale. Una bella idea, se avete un giardino, è creare un’aiuola con i resti dei piatti rotti e creare dei bellissimi decori. L’effetto vi piacerà moltissimo!

SEGUITECI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

Se non vuoi riciclarli, recuperali così

Se il piatto non si è frantumato in mille pezzi, si può anche recuperare. Lo sapevate che la ceramica è un materiale che si può aggiustare con qualche trucchetto casalingo? Potete incollare i pezzi con della colla apposita, prima però pulite le superfici con dei dischetti di cotone imbevuti nell’alcool. Prima di riutilizzarlo, assicurati che i frammenti siano ben saldi e lavate il piatto nuovo delicatamente. Se il difetto del piatto rotto è minimo, invece, potrete provare un ingrediente che non avreste mai potuto immaginare: il latte. Immergete il piatto in un contenitore ripieno di latte, questo rilascia la caseina – una proteina – che avrebbe proprietà incollanti e ripatrici.