Il piumino si è strappato? Non buttarlo, con questo trucco diventerà super fashion

Il piumino si è strappato? Non preoccuparti, non buttarlo, con questo trucco lo recupererai facendolo diventare super fashion

Giubbino strappato
Giubbino strappato, non buttatelo: come recuperarlo

Comodi, praticissimi e super caldi, i piumini sono davvero un capo importantissimo  e davvero molto versatile. Il piumino può essere indossato davvero in tantissimi modi diversi. Con un pantalone sportivo e una felpa può diventare un capo sportivo, mentre invece con un paio di scarpe e leganti e un vestitino, un casual chic. Insomma un versatilità poco comune alla maggior parte dei capi d’abbigliamento. Ma cosa fare quando il nostro piumino preferito si strappa magari nella schiena o sulle braccia? Se per il lavaggio che può essere fatto anche a casa, nella nostra lavatrice, come vi dicevamo anche ieri, per gli strappi ovviamente la questione è più complicata. Anche per il sarto più esperto davvero difficile riuscire a gestire una situazione del genere, quindi sembra inevitabile che si debba buttare, ma non è sempre così.

LEGGI ANCHE: Piumini sporchi e maleodoranti: come lavarli in casa in tre semplici mosse

Il piumino si è strappato? Non buttarlo, con questo trucco diventerà super fashion

Vi anticipiamo che ovviamente questo tipo di soluzione non ha vita particolarmente lunga. Nel giro di un paio di anni potrebbe ripresentarsi il problema, ma ovviamente così avremmo più tempo per indossare il nostro piumino preferito. Per riuscire a ‘camuffare’ uno strappo magari nella schiena o sulla manica, potete optare per l’utilizzo delle patch. Ma no patch qualsiasi… Ormai in commercio si vendono ricami adesivi di ogni specie possibile e immaginabile.

Per la schiena potreste aver bisogno di ricami grandi e abbastanza rigidi, affinché possano sostenere lo strappo. Per gli strappi sulle maniche invece, vi consigliamo di scegliere ricami più morbidi, per rendere comodo qualsiasi tipo di movimento di braccia. Importantissimo, prima di procedere con l’applicazione dell’adesivo cucite delicatamente lo strappo, cercando di non tirare troppo la stoffa. Se ne siete capaci, cercate sempre di cucire a mano l’adesivo ricamato. In caso contrario applicate sopra la patch un fazzoletto in stoffa, impostate al minimo il ferro da stiro e poi cercate di scaldare solo la patch.