Scegliere il box per bambini: ecco quello che dovresti prima sapere

Scegliere il box per bambini è un passo importante ed ogni genitore dovrebbe vagliare la scelta con estrema cura ed attenzione

Il box è uno strumento volto allo sviluppo dell’autonomia del bambino, permettendo ai genitori di monitorarlo facilmente pur lasciandolo giocare da solo. Quasi indispensabile ormai per tutte le neo famiglie, alcuni però, soprattutto con la venuta del primo figlio, potrebbero non sapere di preciso quale scegliere e quali siano le misure ideali per il bambino, comprese le loro esigenze. Affrontare di conseguenza una spesa anche piuttosto sostenuta sul box deve essere assolutamente ben fatta per non incorrere in problematiche successive. Ma come scegliere quello giusto? Scopriamolo in questa breve guida

LEGGI ANCHE: SOS animali in casa? Ecco come raccogliere i peli del tuo cucciolo senza fatica

Scegliere il box per i bambini: ciò che dovresti sapere prima di affrontare l’acquisto

Scegliere con attenzione il box per il proprio bambino è fondamentale affinché il piccolo possa giocare non solo in autonomia, ma anche in totale sicurezza. Ne esistono davvero di tante versioni, misure e grandezze, ma come scegliere quello più adatto a noi? Scopriamolo:

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

  • A terra o a lettino: tra le tipologie di box più vendute, troviamo spesso quello a se stante, da piazzare a terra nella camera, di dimensioni variabili più o meno grandi oppure troviamo quelli a lettino, permettendo ai genitori di spostarlo. Se è nostra intenzione viaggiare e spostarsi spesso con il piccolo, quest’ultimo potrebbe fare al caso nostro, ma va considerato il fatto che prima o poi bisognerà cambiarlo per via della crescita del bambino. Quello fisso, da piazzare sul pavimento invece è sicuramente più grande e dotato di maggiore spazio.

    scegliere box bambini
    Il momento ideale per lasciare il proprio bambino nel box va tra i 6 e i 12 mesi ma la sua funzione non è solo legata ad una questione di comodità, ma anche e soprattutto per sviluppare autonomia, creatività e indipendenza nel piccolo che sta esplorando tutte le fasi importanti del gioco
  • Analizzare le sue componenti: il box deve corrispondere ad alcune funzioni molto importanti per la sicurezza del bambino. Quella fondamentale è la materia con cui viene realizzato che dovrà essere sfoderabile e lavabile al 100%. Ogni componente dovrà essere imbottita in modo che il bambino non possa farsi male e dovrà essere dotato di freni indipendenti, nel caso sia a ruote, oppure se fisso, dovrà poter essere smontato con facilità, ma resistere dall’interno ad eventuale tocco da parte del bambino. Che sia semi trasparente oppure dotato di pannelli, è importante che il piccolo possa stare bene a vista in modo da poterlo monitorare con attenzione e facilità.
  • Le giuste dimensioni: nonostante non esistano delle misure standard per ogni box, alcune di queste dovrebbero essere integrate in ogni tipologia affinché il bambino possa muoversi in totale libertà e comfort. Precisamente l’altezza minima consigliata è di 60 cm per evitare che il bambino possa arrampicarsi ed uscire, mentre la superficie totale non dovrebbe mai essere inferiore al mezzo metro quadrato poiché altrimenti non ci sarebbe abbastanza spazio sufficiente al movimento, costringendo il bambino a stare seduto, limitando i suoi movimenti.