Non riesci a sentire la sveglia? Prova così, riuscirai ad alzarti in un lampo

Se non riesci a sentire la sveglia, prova uno di questi metodi, vedrai come sarà facile alzarsi al mattino

Stanchezza, stress, bisogno di riposo. Tutto questo al lungo andare potrebbe ritorcersi sulla qualità del nostro sonno e di conseguenza rendere estremamente difficile il momento in cui bisogna alzarsi dal letto. Soprattutto quando la nostra sveglia è posta sul comodino, il movimento risultato quasi involontario: si spegne e si continua a dormire. Magari ci svegliamo di soprassalto perché resi conto di aver dormito troppo e quindi il nostro risveglio risulta quasi traumatico e non è di certo un buon modo per iniziare al meglio la giornata. Esistono perché alcuni metodi per rendere dolce e tranquillo il momento della sveglia e siamo sicuri che quando leggerete tutto il resto, lo vorrete provare già per l’indomani. Scopriamo meglio i dettagli

LEGGI ANCHE: Collant smagliati e rovinati? Recuperali con queste idee facili e creative

Se non riesci a sentire la sveglia, prova il risveglio intelligente: non sarà più traumatico!

Una delle cose più fastidiose della sveglia è quella di interrompere il momento forse più magico del sonno, quello in cui una lieve luce filtra dalla finestra ed il tepore delle lenzuola ci coccole, tanto da farci desiderare di continuare a dormire per il resto della giornata, ma ciò non è proprio possibile. Se abbiamo dormito male e poco questo potrebbe essere uno dei momenti peggiori, ma come renderlo più dolce e soprattutto, positivo?

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’

non sentire sveglia
Ci sono molte applicazione da scaricare sul proprio cellulare che riproducono suoni adatti ad un risveglio dolce, potremmo ad esempio trovare un suono che riproduca il rumore della moka che prepara il caffè

 

Il segreto è impostare due sveglie a distanza di cinque minuti l’una dall’altra ma con suoni totalmente diversi. Il primo dovrà essere un suono dolce, delicato e dai toni bassi, come ad esempio il cinguettio degli uccelli, le onde del mare che si espandono sulla riva per poi tornare indietro, lo scorrere di un ruscello o di un torrente. Aiuteranno a farci aprire gli occhi con dolcezza e con estrema tranquillità. E’ però molto probabile che una volta staccata, ci rimetteremo a dormire. Ragion per cui il secondo dovrà essere impostata con un tono un po’ più vibrante e allegro come ad esempio la nostra canzone preferita, oppure un brano suonato con la chitarra. La parte del risveglio l’avremo già affrontata con i suoni dolci e pacati, saremo pertanto più propensi ad alzarci. Un’altra idea interessante potrebbe essere quella di lasciare la sveglia il più lontano possibile dal letto, cosicché ci si possa alzare per spegnerla. Provate questo semplice metodo, vedrete come il mattino non sarà più tanto odiato!