Come ridipingere le pareti della stanza con un metodo faidate super efficace

Ridipingere le pareti della propria casa con un metodo faidate è davvero possibile, basteranno solo piccoli accorgimenti

Dato il periodo di nuova forma di lockdown che stanno vivendo diverse regioni d’Italia, riprendere dei vecchi lavoretti in casa trascurati per via degli impegni oppure decidere di ridipingere le pareti, potrebbe essere un’ottima scusa e completare ciò che forse si è lasciato incompleto. A differenza di quanto si possa pensare, ridare un tocco di colore o cambiare quello dei muri di casa propria in maniera faidate, non è un’operazione così complicata. Basteranno solo dei piccoli accorgimenti ed in poco tempo il gioco sarà fatto! Scopriamo insieme alcuni metodi per semplificare il lavoro e rendere il nostro salone o la nostra cucina un ambiente nuovo e fresco

LEGGI ANCHE: Le pareti di casa sono vuote e spente? Abbelliscile con queste idee superlative

Ridipingere le pareti con un metodo faidate: alcuni consigli utili per farlo in casa in modo sicuro

Ridipingere le pareti di casa non richiede chissà quale manualità o tecnica, eppure, senza l’ausilio degli strumenti e dei consigli giusti, potremmo ottenere un risultato finale mediocre o ritrovarci con tutti i mobili macchiati. Vediamo insieme i passi da seguire per tinteggiare una parete in modo faidate:

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

  • E’ prima di tutto importante, prima ancora di eseguire qualsiasi lavoro di tinteggiatura, proteggere sempre mobili, divani, poltrone e oggetti antichi. La pittura schizza facilmente, ragion per cui potrebbe arrivare in diversi posti senza neppure accorgerci di nulla. Procuriamoci delle cerate in plastica o vecchi tendoni e posizioniamoli sopra gli oggetti della camera. Se invece vogliamo ridipingere la cucina, potremmo proteggere i mobili appesi al muro con del nastro di carta adesivo. In questo modo non ci sarà il rischio di macchiare qualcosa.

    ridipingere pareti faidate
    Ricordiamo sempre di proteggere la pelle con guanti e vestiti vecchi e di arieggiare le camere ridipinte creando un ricircolo d’aria
  • Gli strumenti giusti sono essenziali affinché si possa ottenere un risultato convincente e di qualità. Se non siamo degli esperti, il rullo farà sicuramente al caso nostro poiché riuscirà a distribuire il colore in modo uniforme e noi non ci stancheremo eccessivamente. Per le pareti lisce sono consigliati quelli a pelo corto, mentre per le superfici più ruvide quelli a pelo lungo. Per ridefinire i dettagli possiamo utilizzare delle pennellesse da 15 cm, maneggevoli e non troppo pesanti.
  • Infine, è d’obbligo ricordare che in commercio possiamo trovare degli utensili di qualità ad un prezzo comunque accessibile. Ricorrere a pennelli e rulli non professionali potrebbe rovinare le pareti oppure farci spendere parecchie energie. Così come gli utensili, anche la scelta della tinta è importante. Facciamola preparare da un esperto del settore ed eventuale chiediamo consiglio su quali siano i materiali che mantengano un buon rapporto qualità-prezzo.