Come conservare il cibo che avanzerà oggi a tavola: alcuni pratici ed utili consigli

Saranno sicuramente tante le pietanze che oggi avanzeranno sulle nostre tavole, ma come conservare il cibo al meglio? Scopriamolo

Finalmente possiamo dirlo: buon anno! Augurandoci che sia migliore del 2020 e soprattutto che si porti via il Coronavirus, bisogna porsi pensieri positivi e nuovi obiettivi, costruttivi e soprattutto sereni. Saranno in molti che oggi dovranno fare i conti con le pietanze avanzate sulla tavola, reduci ancora da ciò che si sarà mangiato ieri al veglione e se non ben conservato, i cibi potrebbero andare a male. Esistono dei metodi di conservazione in base a ciò che si è cucinato? E se la risposta fosse si, quali sono le modalità? Con qualche trucchetto del mestiere riusciremo a gustare le golose pietanze del primo giorno dell’anno anche a distanza di tempo, scopriamo subito come procedere

LEGGI ANCHE: Capodanno, avete dimenticato di comprare il pane: come ravvivare quello raffermo

Come conservare il cibo avanzato dal pranzo di Capodanno: alcuni utili trucchetti

Seguendo questi utili trucchetti, le pietanze avanzate dal pranzo di Capodanno si conserveranno a lungo e riusciranno a mantenere il loro gusto e la loro fragranza per diverso tempo, vediamo insieme alcuni metodi di conservazione in base al tipo di preparazione

Sughi di carni e di paste: il miglior modo per conservare i sughi avanzati degli arrosti o delle paste, è sicuramente quello di riporli in contenitori ermetici nei ripiani bassi del frigorifero e potranno essere riutilizzati fino a 3/4 giorni successivi. Se invece non abbiamo intenzione di riutilizzarli nell’immediato, versiamoli in sacchetti adibiti al gelo, chiudiamo con un nodo ben stretto e riponiamo all’interno di contenitori di plastica con chiusura ermetica. Così facendo non avverrà la formazione di cristalli di ghiaccio ed il gusto rimarrà invariato.

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’

come conservare cibo
La carne del tacchino può essere riutilizzata trasformandola in un impasto per delle polpettine golose

 

Pesci e carni già cotte: se è avanzato un bel po’ di arrosto oppure qualche pesce cotto alla griglia o in forno, il metodo migliore per conservarli è sicuramente quello di congelarli. Le carni da cotte possono sopportare senza problemi il gelo, a patto che si sia utilizzato in partenza un prodotto fresco e che non abbia già passato la fase del congelamento. Se abbiamo intenzione di consumarli entro pochi giorni riponiamoli nei ripiani alti del frigo sempre ben isolati, chiudendoli in contenitori di plastica ermetici.

Dolci lievitati e farciti: per quanto riguarda la conservazione dei dolci lievitati come pandoro, panettone o torte, non andrebbero mai riposti in frigorifero, piuttosto conservati in sacchetti di plastica ben chiusi e poi coperti con dei porta tortiere oppure cassettini adibiti alla conservazione del pane. Si conserveranno fino a 7 giorni. Se invece bisogna conservare dolci farciti con creme al cioccolato o pasticcere, panna o emulsioni alla frutta, bisogna avvolgerli con pellicola per alimenti e poi riporli in contenitori ermetici nei ripiani bassi del frigorifero. E’ possibile congelarli senza alcun tipo di problema anche se risulta più idoneo il congelamento per dolci che non abbiamo farciture con uova crude, come ad esempio creme all’uovo o creme per tiramisù.