Deumidificatore ‘fai da te’: prova questo metodo infallibile a costo zero!

Deumidificatore ‘fai da te’: elimina l’umidità dalla tua casa, per il benessere di chi la abita

L’umidità, una vera piaga per gli appartamenti! Un problema che si esaspera in inverno, ma che anche in estate provoca non pochi disagi. L’umidità è favorita da un assetto murario privo di un adeguato isolamento termico. Non è uno svantaggio esclusivo delle vecchie abitazioni, perché spesso anche negli appartamenti di nuova costruzione sorgono complicazioni. Per il benessere degli inquilini, l’umidità degli ambienti deve essere compresa tra il 40% ed il 60%. Al di sotto del limite l’ambiente risulterebbe troppo secco, al di sopra troppo umido. La presenza eccessiva di umidità, può provocare gravi danni alle vie respiratorie e allergie.

LEGGI ANCHE: Conservi queste cose in bagno? Ecco perché dovresti toglierle subito!

Deumidificatore ‘fai da te’: un metodo infallibile e semplice, a costo zero!

Un ambiente troppo umido favorisce la formazione di muffe, pollini e lieviti oltre a germi e batteri. Come si fa a capire se una casa è troppo umida? 

  1. senti puzza di muffa o ci sono macchie sulle pareti;
  2. le pareti perimetrali sono umide;
  3. i vetri delle finestre presentano fenomeni di condensa e appannamento;
  4. i pavimenti in parquet producono uno scricchiolio al passaggio;
  5. gli inquilini presentano problemi respiratoti o sviluppano allergie.

Le soluzioni da adottare possono essere svariate, ma talvolta anche dispendiose. Prova ad adottare questo semplice metodo ‘fai da te’: rapido da progettare, efficace e a costo zero! Ti occorreranno:

  • 1 bottiglia d’acqua in plastica vuota;
  • taglierino;
  • accendino e candela;
  • uno spuntone o cacciavite;
  • sale grosso da cucina.

Tagliate la bottiglia a metà utilizzando un taglierino. Sulla metà superiore, in prossimità del tappo, effettuate tanti piccoli fori utilizzando uno spuntone. Scaldate la punta dell’uncino o un cacciavite con un accendino o la candela, e traforate la plastica. Assicuratevi che il tappo sia ben chiuso, e infilate la metà superiore della bottiglia a testa in giù nell’altra metà. Inserite all’interno una tazza di sale grosso da cucina. Mettete in vostro ‘sistema cattura umidità’ nei punti più umidi della casa: in prossimità delle finestre e negli angoli delle pareti più esposte.

Già dopo una notte potrete vedere il risultato: l’umidità viene assorbita dal sale e trasferita nella parte inferiore della bottiglia, in cui troverete dell’acqua. Ricordate di eliminare l’acqua dal contenitore. Riutilizzate sempre lo stesso ‘sistema’, avendo però cura di sostituire il sale con un’altra porzione di prodotto asciutta.