Allerta alimentare, richiamato uno dei prodotti più consumati dagli italiani: è pericoloso

Allerta alimentare per gli italiani poiché è stato ritirato dal mercato uno dei prodotti più comuni divenuto anche il più pericoloso.

Solitamente la spesa al supermercato potrebbe delineare il profilo di quella famiglia o di quella persona, se single. Racconta la sua quotidianità e le proprie abitudini alimentari, chi tende a prediligere alimenti particolarmente sfiziosi come sacchi di patatine o ricchi di additivi chimici, vedasi i piatti pronti oppure nuclei familiari improntati a uno stile di vita più sano, facendo scorta di frutta e verdura.

allerta alimentare
Allerta alimentare nei supermercati (Mammastyle.it)

Ognuno ha la sua storia e generalmente ciò che accomuna tutti i consumatori sovente è di lasciarsi andare eccessivamente negli acquisti oppure di non prestare maggiormente attenzione alla lettura delle etichette e in particolar modo agli ingredienti. A volte per disinformazione, altre semplicemente perché si preferisce ignorare ma nella maggior parte dei casi è prassi comune.

Quando si tratta però di allerta alimentare è bene che scatti l’allarme. In questi ultimi mesi infatti il Ministero della Salute ha richiamato molteplici prodotti, ad esempio cialde di caffè e perfino vasetti di strutto. Ma c’è ancora un alimento che purtroppo manca all’appello, ritirato proprio pochi giorni fa.

Allerta alimentare, ecco il prodotto di cui tutti parlano

Il consumatore naturalmente ha piena libertà con riguardo ai propri acquisti e proprio per questo motivo, affinché possa continuare indisturbatamente, il Ministero della Salute opera a rimuovere gli ostacoli che eventualmente si frappongano al suo diritto, attraverso provvedimenti e ordinanze di richiamo per qualsivoglia motivo, in genere attinente a contaminazioni chimiche.

In questo caso l’alimento incriminato è il riso Vialone Nano di Curti S.r.l. la cui sede dello stabilimento è ubicata a Valle Lomellina, in provincia di Pavia. In questo frangente, sono due i lotti richiamati di cui si riporti il codice: P22101164 e P22100472. Qualora si riconosca di essere in possesso anche solo uno di questi due prodotti si raccomanda di non consumarli e restituirli al punto vendita d’acquisto.

richiamo alimentare riso
Richiamo alimentare per il riso Vialone Nano Curtiriso (Mammastyle.it)

Ma qual è il motivo fondante per cui si è provveduto in modo così drastico? Alla base di tale decisione infatti si celano attività di vigilanza e monitoraggio costanti al fine di salvaguardare la salute delle famiglie e permettendo loro di proseguire lo shopping in serenità. A questo punto perciò si riveli il pericolo scampato.

La motivazione del richiamo

Nel provvedimento emanato dal Ministero della Salute così si legge: “possibile presenza di triciclazolo oltre il limite di legge“. Trattasi di un fungicida quindi anticrittogamico utilizzato per contrastare alcuni parassiti delle piante. Non si conoscono ancora con certezza gli effetti che potrebbe avere sulla salute dell’uomo anche se si parla già di irritazioni, gonfiori, vertigini e mal di stomaco, per citare alcuni sintomi.

Si pensi che in alcuni Paesi, come il Pakistan o l’India ancora è utilizzato nella coltivazione del riso ma l’Unione Europea ha vietato il suo impiego. A questo riguardo, si vuol concludere con una risposta proveniente da un’interrogazione parlamentare alla Commissione Europea inerente alla ragione del suo divieto: “perché non ha ricevuto l’approvazione a causa dell’insufficienza di documentazione presentata da parte dell’EFSA” (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare ndr).