Sintomi di gravidanza: oltre il ciclo, quali sono i segnali a cui devi fare attenzione

Non solo nausea e assenza di mestruazioni, sono questi gli altri sintomi che potrebbero essere il sentore dell’inizio di una gravidanza. 

Scoprire di essere in dolce attesa è sicuramente una notizia che sconvolge. Ovviamente la gioia sarà davvero tanta, ma con essa nasceranno tutta una serie di sentimenti contrastanti, che metteranno davvero a dura prova la futura mamma.

sintomi gravidanza
Sintomi di una gravidanza. Credit: Adobe-Stock

Soprattutto se tanto desiderata, scoprire di essere in dolce attesa è sicuramente una delle cose più belle che potesse capitare. Ovviamente non sempre la mancanza di mestruazioni sarà sentore di una gravidanza in corso, in molti casi sono semplici ritardi dovuti a tantissimi fattori, come ad esempio lo stress o problemi ormonali. La cosa più semplice per capire se sei incinta o meno, sarà o andare in farmacia ed acquistare un semplicissimo test di gravidanza, oppure andare in un centro analisi e fare l’esame delle Beta Hcg la cui presenza nel sangue indica non solo la presenza di una gravidanza, ma anche a quante settimane sei esattamente.

Questi sintomi potrebbero rivelare che c’è una gravidanza in corso

Ciò che spingerà una donna ad eseguire uno di questi due test, saranno principalmente l’assenza di ciclo e la consapevolezza di aver avuto rapporti non protetti. Oltre a questo però, ci saranno alcuni piccoli segnali, dei veri e propri campanelli di allarme, che potrebbero anticiparvi di essere in dolce attesa.

sintomi gravidanza
Come riconoscere gravidanza. Credit: Adobe-Stock

Sicuramente la nausea associata alla mancanza delle mestruazioni è uno dei primi segnali che potrebbero anticiparvi di essere in dolce attesa, ma ogni gravidanza e a se. Saranno davvero tante le donne, che non avranno questo fastidio, mentre altre ne soffriranno per tutti e 9 mesi.

Ma quali sono gli altri segnali che potrebbero farci pensare di essere incinta?

Sicuramente crampi e tensione addominale potrebbero essere i primi sintomi da tenere in considerazione. Da non sottovalutare lo le perdite da impianto, ossia delle macchie di sangue che potrebbero verificarsi dai 6 ai 12 giorni dopo la fecondazione.

Irritabilità, emotività e sbalzi di umore sono da tenere bene a mente, soprattutto se improvvisi.

Anche una fame eccessiva, dovrebbe farvi accendere una piccola lampadina e potrebbe indicare una gravidanza in corso.

Mal di testa e mal di schiena non mancano mai. Più si andrà avanti con i mesi e più il dolore alla schiena potrebbe intensificarsi.

Se siete tra le fortunate che non avete la nausea, potreste soffrire di acidità di stomaco e ciò potrebbe anche trarre in inganno e scambiarla magari per una cattiva digestione, ma se diventa frequente fatevi qualche domanda.

Infine stanchezza e sono eccessivo soprattutto nelle prime settimana possono comparire davvero dall’oggi al domani.

Quindi, se avete uno o più di questi sintomi e sapete di non aver avuto rapporti protetti, fate subito un test, potrebbe essere la volta buona.