Se hai notato uno di questi segnali significa che non c’è più niente da fare: la tua relazione è al capolinea

Quando una relazione si dice al capolinea? Questi segnali possono aiutarci a capirlo: ecco a cosa bisogna prestare attenzione

L’amore è un sentimento che travolge. Così forte e coinvolgente fa vivere ai due partner un momento quasi favolistico. Tuttavia, oltre che la bella favola, il vero amore si vive quando si è immersi completamente nella realtà, dove le difficoltà e gli imprevisti non mancano e dove i due partner sono disposti a raggiungere un compromesso per venirsi incontro.

relazione capolinea
Relazione al capolinea, come capirlo (Credits: Adobe)

Perché parliamo di compromesso? Beh perché ognuno dei due partner ha il proprio carattere, un proprio pensiero ed una propria visione del mondo. E sebbene si dica che i simili si attraggono, è anche vero che è nelle differenze di uno e dell’altro si può trovare il meglio. All’interno della relazione, sono tante le dinamiche che possono portare il rapporto a mutare.

Una relazione infatti non è mai statica nel tempo, ma soggetta al cambiamento, soprattutto perché cambiano i due partner che nel tempo non sono mai uguali. Si deve capire quando quel sentimento nei confronti dell’altro si modifica, quando l’altro che prima era il ‘nostro centro’, ora non lo sentiamo più come essenziale.

O, si deve capire quando, siamo noi a non essere più ‘essenziali’ per l’altro. Accettare la fine di una relazione, è un passaggio molto duro e complesso. Ma come capire se la relazione è giunta al capolinea? Ci sono diversi segnali che possono rivelarcelo.

I segnali che ti dicono che la relazione è al capolinea

Ogni relazione è attraversata da momenti felici e spensierati e da altri bui e difficili. Sta alla coppia, che si trova in piena evoluzione mentre affronta la tempesta, capire in che modo uscire illesi dal ‘conflitto’. Quando in una relazione si affrontano delle dinamiche che destabilizzano la coppia, queste possono essere diverse, anche la coppia tende a cambiare e quindi a mutare il sentimento nei confronti dell’altro rendendolo più forte o facendo invece affievolire la fiamma dell’amore. Ma quando l’amore finisce, e la relazione giunge al capolinea, abbiamo difficoltà ad accettarlo o magari a capirlo. Ci sono tuttavia dei segnali che lo comunicano. 

relazione capolinea
Relazione al capolinea: i segnali (Credits: Adobe)
  • Quando si litiga, si finisce per essere il capro espiatorio di ogni discussione. Piuttosto che analizzare insieme il problema, si tende a puntare il dito senza ascoltarsi.
  • Piuttosto che trascorrere del tempo insieme, si preferisce stare fuori casa o magari lontani, con amici ed altri conoscenti.
  • Il silenzio fra i due non è più sintomo di tranquillità, ma annuncia inquietudine ed ansia.
  • Si comincia a nutrire interesse verso terzi e con questo subentra il rischio di andare incontro ad un tradimento.
  • Due persone stanno insieme perché si amano e perché hanno obiettivi comuni. Se gli obiettivi di entrambi o di uno dei due tendono a cambiare, e non si ha intenzione di sedersi a tavolino per discutere dei cambiamenti, beh a quel punto anche le strade devono dividersi oltre che gli obiettivi.
  • L’affinità, anche sotto le lenzuola ha una sua influenza. E se anche questa viene a mancare, allora è il sintomo che qualcosa nella coppia non va.