Perchè il registro delle opposizioni sembra non funzionare? Ecco come proteggersi dalle continue chiamate

Nonostante l’iscrizione al registro delle opposizioni continuano le telefonate indesiderate? Ecco come agire per proteggerti. 

Ci troviamo spesso durante il corso della nostra giornata a dover rispondere a telefonate fatte da numeri che non conosciamo o da numeri privati. Nella maggior parte dei casi, dall’altra parte troveremo l’ennesimo operatore di telemarketing, che ci vuole propinare una nuova offerta in corso.

registro opposizioni
Registro delle opposizioni. Credit: Adobe-Stock

Nonostante ci rendiamo conto, che dall’altra parte ci sarà chi sta comunque svolgendo il suo lavoro, sicuramente non possiamo negare di quanto possano essere fastidiose. Soprattutto quando durante la giornata, ne riceviamo anche più di una e a qualsiasi ora, in alcuni casi visti gli orari impossibili, ci fanno andare il cuore a mille e pensare subito che possa essere successo qualcosa ai nostri cari. E a nulla servirà bloccarli, perché per ogni numero che andrete a mettere nella lista nera, altri dieci saranno pronti a telefonarvi ogni giorno.

Se il registro delle opposizioni non funziona, ecco come potete tutelarvi

Proprio a causa di queste continue telefonate di telemarketing, che più o meno un paio di mesi fa abbiamo avuto la possibilità di poter finalmente mettere fino a tutto questo. Infatti, proprio come vi abbiamo spiegato in questo nostro precedente articolo, facendo l’iscrizione al Registro delle Opposizioni il problema doveva essere risolto.

registro opposizioni
Errore, registro opposizioni. Credit: Adobe-Stock

Nonostante è stato pubblicizzato tantissimo e doveva essere la soluzione a tutti i nostro problemi, qualcosa è sicuramente andato storto.

Moltissime persone infatti, compresa la sottoscritta, nonostante abbiano effettuato immediatamente l’iscrizione al registro delle opposizioni, lamentano di ricevere ancora tantissime telefonate.

Ma cosa è accaduto realmente e cosa non ha funzionato? A rispondere a questa domanda è lo stesso Codacons, che, in base a delle stime effettuate ha dichiarato che circa la metà di coloro che sono iscritto al RPO continuano ad avere telefonate non desiderate.

Uno dei motivi per cui questo sta accadendo, è che il Registro delle Opposizioni non funziona ancora a pieno. Inoltre, una cosa da chiarire, è che una volta iscritti al RPO le telefonate di telemarketing a cui si è prestato consenso anche involontariamente dovrebbero cessare nel giro di 15 giorni, mentre saranno ancora lecite quelle effettuate dai gestori delle proprie utenze.

Inoltre, tutti consensi autorizzati a terzi dopo l’iscrizione al Registro delle Opposizioni, permetterà alle società di potervi rintracciare telefonicamente. Altro escamotage che permette ancora queste telefonate, riguarda tutti quei call center ubicati all’estero e che potranno agire indisturbati. Stessa cosa per tutti quei call center che effettuano chiamate da numeri generati automaticamente e quindi non rintracciabili.

In sintesi quindi possiamo dire, che per aspettare che il Registro delle Opposizioni funziono al cento per cento bisogna aspettare ancora qualche tempo e di prestare attenzione a quello che acconsentite anche involontariamente.