Quanto ci costerà il Canone Rai nel 2023: non tutti sono entusiasti per ciò che sta accadendo

Canone Rai, cosa dobbiamo aspettarci nel 2023: una notizia che a non tutti piacerà e che cambierà tutto ancora una volta. 

Sappiamo benissimo quanto l’Italia sia uno dei passati più vessati dalle tasse. Sembra esserci una per ogni cosa, sulla macchina, sulla prima casa, sulla spazzatura. Per non parlare poi di quelle che i possessori di partita Iva saranno costretti a pagare ogni anno.

canone rai 2023
Pagare canone rai. Credit: Adobe-Stock

Non tutti ovviamente ritengono giusto questo sistema fiscale e molte volte i loro importi saranno veramente esagerati. Purtroppo però, se non si vuole diventare un evasore fiscale, si sarà ‘costretti’ a pagare. Ma fra le tante tasse esistenti, una che viene spesso considerata ingiusta è senza dubbio quella sul Canone Rai. Questa tassa applicata a tutti coloro che posseggono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione della trasmissione radio. In pratica tutti possessori di televisori e di apparecchi che permettono la visione dei programmi televisivi, dovranno pagare questa tassa.

Canone Rai 2023: ecco tutte le novità che bisogna aspettarsi

Proprio pochi giorni fa, vi abbiamo mostrato come poter fare richiesta per non pagare il canone Rai, oggi però vogliamo svelarvi alcune delle possibili novità che potrebbero entrare in vigore nel 2023. Novità, che se così fosse, non farebbero di certo piacere a nessuno, soprattutto in prospettiva degli ulteriori rincari che ci dobbiamo aspettare nei prossimi mesi.

canone rai 2023
Importo canone Rai. Credit: Adobe-Stock

Attualmente tutti pagano il canone Rai direttamente in bolletta. Infatti da qualche hanno, per evitare la continua evasione, è stato introdotto l’importo all’interno della bolletta della luce.

Passando da 130 euro a 90 euro e dilazionate in più rate. Per molti questo era un addebito ingiusto e che ha fatto davvero molto discutere.

Ma cosa cambierà nel 2023? La prima cosa da sapere e che il canone Rai tornerà ad essere pagato a parte. Non verrà più aggiunto all’importo della bolletta e questo non è affatto un male, anzi, visto gli importi vertiginosi della corrente elettrica sarà una piccola cifra in meno da pagare.

Molto probabilmente non verrà pagato nemmeno tramite bollettino postale, ma si dovrà fare direttamente un f24.

Per quanto riguarda l’importo invece? Al momento non si sa ancora nulla di certo e quello che si sa sono solo semplici ‘voci di corridoio’. Si pensa che anche l’importo possa aumentare, ma di quanto ancora non si sa.

Di sicuro ulteriori aumenti non farebbero altro che generare ulteriore malcontento e invoglierebbe le persone a non pagarlo nuovamente. Quindi al momento non ci resta che attendere notizie certe e sperare che gli aumenti, qualora ci fossero, non diventerebbero esagerati.

Infine, ma sempre con nulla di certo, pare che il Canone Rai possa essere fatto pagare anche a chi possiede pc o tablet. Se così fosse, sarebbe una cosa davvero assurda non trovare?