Prima di riporlo è così che dovrai pulire il ventilatore: poche mosse e sarà perfetto

Basteranno poche mosse e potrai pulire il ventilatore in maniera perfetta: in questo modo lo conserverai alla perfezione per l’anno prossimo.

Anche se ufficialmente mancano ancora un pò di giorni alla fine dell’estate, possiamo senza dubbio dire che questa è stata sicuramente una delle più calde degli ultimi anni. Infatti, questa ondata anomala che ha portato temperature assurde in tutte Europa, ha colto tutti di sorpresa.

poche mosse pulire ventilatore
Pulire il ventilatore. Credit: Adobe-Stock

Un caldo davvero record, che ha messo in seria difficoltà tutto il paese, non solo per i problemi fisici che molte persone hanno presentato, ma anche per l’enorme siccità che ha colpito diverse regioni in tutta Italia. Fortunatamente per noi, anche se le giornate sono ancora calde, sono rientrare nella media stagionale e ciò a portato tutti a tirare un sospiro di sollievo. Orami si contano davvero i giorni e poi potremo salutare l’estate e darle appuntamento per il prossimo anno, sperando che questa volta sia più clemente.

Soltanto poche mosse e potrai pulire il ventilatore alla perfezione

Con le temperature così elevate, anche stare chiusi in casa è stato davvero complicato, ecco perché per cercare di rendere il tutto più gradevole, si è ricorsi all’utilizzo di condizionatori e ventilatori, che, seppur in modo diverso ci hanno permesso di rinfrescarci dalla forte calura. Ora che però è arrivato il momento di spegnerli, sarà necessario eseguire una loro pulizia per poterli preservare e conservare al meglio. E se proprio poco tempo fa vi abbiamo mostrato come pulire il condizionatore, stasera vi sveleremo come fare lo stesso con il ventilatore.

poche mosse pulire ventilatore
Ventilatore pulito. Credit: Adobe-Stock

Prima di riporre il ventilatore, sarà importante pulirlo in ogni sua parte. Eliminare lo sporco e la polvere accumulata durante l’estate sarà assolutamente necessario, sia per conservarlo in modo corretto, ma soprattutto per evitare la formazione di germi e batteri.

La prima cosa che dovrete fare, sarà smontare tutto quello che è possibile, in questo modo sarà sicuramente più facile eliminare ogni traccia di sporco anche dalle più piccole fessure.

Una volta che avrete smontato tutto, le parti più importanti da pulire saranno l’elica e la griglia di protezione. Saranno proprio questi due pezzi infatti, ad avere una grandissima quantità di polvere accumulata.

Adesso che avete queste due parti smontate, prendete anche un vecchio spazzolino e procedete con delicatezza per eliminare tutto lo sporco superficiale. Le setole saranno perfette per arrivare anche nei punti più stretti della griglia.

Una volta tolta la polvere, preparate una bacinella con acqua tiepida e sapone di Marsiglia. Immergete quindi queste due parti e lasciatele in ammollo per qualche minuto.

Strofinate leggermente usando sempre lo spazzolino e risciacquate sotto acqua fresca.

Una volta fatto, dovrete lasciarli asciugare completamente. Questo passaggio è molto importante, soprattutto se si tratta di componenti in acciaio. Infatti, una cattiva asciugatura potrebbe portare alla formazione della ruggine.

Una volta che vi sarete accertati che tutto è correttamente pulito e asciutto, potrete procedere ad avvolgere tutto in un sacchetto di plastica a potrete finalmente riporlo.