Non si tratta della solita pianta grassa! Questa ha bisogno di poca acqua, puoi andare in vacanza tranquillo

Questa pianta grassa è diversa dalle altre perché molto bella e colorata: potrai dimenticarla in vacanza perché al tuo ritorno sarà sana e rigogliosa!

L’estate è ufficialmente arrivata e ben presto organizzare le vacanze sarà il nostro unico pensiero. L’idea di rilassarsi in un bel luogo esotico e soleggiato, godendo del mare cristallino e fresco, della sabbia che scotta e di una bevanda fresca a base di frutta sarà la nostra unica preoccupazione e ammettiamolo: non vediamo l’ora!

pianta grassa facile
Scopri questa pianta perfetta per quando vai in vacanza!
Credits_adobestock

Tuttavia, chi è un grande appassionato di piante e giardino certamente si porrà la domanda: ma come annaffierò tutte le piante per non farle morire se non ci sarò? A questo avevamo già trovato insieme una soluzione con un trucchetto facile e molto divertente. Tanti addirittura prediligono decorare i propri spazi esterni con le piante grasse poiché richiedono poche cure e annaffiatura solo quando il terriccio è secco.

Sapevate però che esiste una pianta che oltre a produrre fiori meravigliosi, non marcisce e tende a durare a lungo senza bere neppure una goccia d’acqua? Sarà quella che farà al caso vostro nel momento in cui partirete, scopriamo insieme di quale si tratta!

Questa pianta grassa potrai dimenticartela in viaggio perché vivrà bene e a lungo anche senz’acqua

Potrebbe sembrare un paradosso, ma non è così: in realtà esistono svariate piante che hanno bisogno davvero di poca acqua per sopravvivere poiché l’assorbono così lentamente da creare delle piccole riserve. Anche le foglie carnose di quelle grasse tendono ad accumularla nella loro polpa, cosicché nei momenti di siccità possano sopravvivere senza problemi. Le piante grasse piacciono a molti, eppure quella che vogliamo consigliarvi oggi i conquisterà al primo sguardo.

come curare eliantemo
Credits_adobestock

Non parliamo tuttavia di una vera e propria pianta grassa, anche se tende a comportarsi come tale: parliamo di un portamento erbaceo, appartenente alla famiglia della Cistaceae e si tratta dell’eliantemo! Conosciuto da molti semplicemente come rosellina delle rocce, questa pianta delicata e rigogliosa produce molti fiori, fitti tra loro e possono assumere diverse colorazioni, partendo dal giallo e dall’arancione arrivando al rosso, al fucsia e al viola.

Come dicevamo, l’eliantemo ha bisogno di molta luce diretta del Sole per sopravvive e resiste davvero a lungo ai periodi di siccità. Solitamente le basta una copiosa piovuta, ma possiamo anche noi annaffiarla, molto poco ed evitando assolutamente i ristagni d’acqua per non far si che le radici possano marcire. La rosellina delle rocce è quindi perfetta per decorare i giardini, in particolare zone poco colorate e ricche di pietre, lungo i vialetti d’ingresso oppure molto semplicemente in vasi grandi ed ampi. Resiste anche al freddo, pur producendo fiori in maniera meno intensa e più blanda. Insomma, è la pianta perfetta per chi non vuole preoccuparsi quando va in viaggio!