Non riceverà il Bonus da 200 euro! Ecco di quale ‘categoria’ si parla

Il Bonus 200 euro è un aiuto concreto emanato dallo Stato per far fronte al rincaro bollette: ma quale categoria non potrà riceverlo? Ecco tutte le info più utili!

Poco meno di un mese fa, lo Stato anticipava dell’erogazione dell’ormai famoso ‘Bonus 200 euro‘: un contributo non indifferente che verrà erogato con lo stipendio di Luglio a tutti i lavoratori dipendente direttamente in busta paga, per far fronte all’enorme disagio che il rincaro bollette ha creato a milioni di famiglie. Luce e gas ultimamente stanno vedendo dei prezzi leggermente ribassati rispetto a Gennaio e Febbraio, che hanno già visto cifre davvero inimmaginabili e che per nuclei familiari allargati è stato decisamente impattante sulle uscite di fine mese.

bonus 200 eur0
Ecco tutte le info per ricevere il bonus di luglio direttamente in busta paga!
Credits_adobestock

Pertanto ogni lavoratore avrà diritto a 200 euro netti sullo stipendio di Luglio, eppure, se per quelli dipendenti il bonus verrà automaticamente erogato dopo aver presentato una semplicissima autocertificazione al proprio datore di lavoro, per altre categorie bisognerà fare apposita domanda, previa richiesta annullata. Ma quali step bisogna seguire per ricevere il bonus senza intoppi? Scopriamolo insieme!

Come ottenere il Bonus 200 euro per tutti: attenzione a come viene fatta la domanda

Avevamo già parlato in passato del rincaro bollette, trovando insieme qualche soluzione utile ed efficace, tuttavia lo Stato ha deciso di dare il suo contributo, erogando per tutti il Bonus 200 euro. Si tratta infatti di una cifra simbolica che, in qualche modo, possa far fronte alle bollette salate aumentate dal Gennaio 2022. Purtroppo però le modalità di erogazione non saranno le stesse per tutti, anche se potrà essere ricevuto pur avendo già qualche altro sostegno statale.

bonus 200 euro
Il bonus verrà erogato in automatico sul proprio conto tramite IBAN o numero conto corrente
Credits_adobestock

Nonostante l’INPS non abbia ancora specificato le modalità, sappiamo già che con ogni probabilità, ai lavoratori dipendenti spetterà solo la compilazione di un’autocertificazione da presentare al datore di lavoro che attesti di non essere titolare di pensioni, indennità NASPI o DIS COLL, trattamenti assistenziali, titolari di CO.co.CO, disoccupazione agricola o altre indennità previste dall’art.10 del DL 41 di marzo 2021. Di non essere inoltri autonomi senza partita IVA, venditori ambulanti o percettori di RdC.

I lavoratori indipendenti, con Partita IVA o altre modalità di percezione dovranno certamente presentare una domanda apposita, che presto l’INPS metterà a disposizione. Non sappiamo ancora se la richiesta del Bonus  200 euro, per chi appartiene alla categoria di liberi professionisti possa essere compilata direttamente online dal proprio pc tramite SPID oppure tramite aiuto di un CAF. Considerando però che il bonus verrà erogato con lo stipendio di luglio per quelli dipendenti, abbiamo tutto il tempo necessario per porre domanda quando l’ente fornirà maggiori informazioni!