Un trucchetto per conservare la lattuga più a lungo: non lo avresti mai immaginato

Come conservare la lattuga più a lungo evitando che possa perdersi o marcire? Eccoti un semplice trucchetto che ti lascerà senza parole, non lo avresti mai immaginato!

Frutta e verdura di stagione, sulla tavola non devono mai mancare, questo è risaputo. Specialmente in questo periodo, una gustosa e fresca insalata con lattuga, pomodori, mozzarelline, cipolla e olive fa davvero piacere e riesce ad accompagnare alla perfezione secondi a base di carne o di pesce. Quando arrivano i primi caldi, l’idea di piazzarsi davanti ai fornelli proprio non ci aggrada, pertanto preparare in pochi minuti una freschissima insalatona sembra l’unica soluzione appagante!

come conservare lattuga
Conserva i due cespi di lattuga in questo modo e rimarranno sempre freschi!
Credits_adobestock

Eppure, così come tante altre tipologie di alimenti, anche le verdure necessitano di un metodo specifico di conservazione, per evitare che possano annerirsi o marcire in poco tempo. Vi è mai capitato di comprare dal vostro fruttivendolo di fiducia qualche cespo fresco di lattuga, ma di ritrovarlo dopo soli 2 giorni in frigorifero piuttosto molle e con parti marce? Con i segreti che oggi noi di Mammastyle vogliamo svelarvi, le vostre lattughine si conserveranno come appena comprate per quasi 10 giorni! Curiosi di scoprire tutti i loro segreti?

Ecco i segreti per conservare alla perfezione la lattuga in frigorifero: non lo avresti forse mai immaginato

La lattuga durante la primavera e l’estate è essenziale a tavola: ci permette di digerire, allieta i pasti, garantisce un effetto sgrassante e inoltre è ricca di acqua e sali minerali. Sgranocchiarne un po’ per ridurre il senso di fame a volte, ci permette di non sgarrare nella dieta e inoltre, se arricchita con altri ingredienti può trasformarsi in un piatto gustoso e completo. Bisogna però conservarla a dovere affinché duri a lungo e sia sempre fresca!

conservare lattuga
Se è avanzata la lattuga condita, conserviamola in un contenitore con chiusura ermetica, riponendola nei ripiani bassi del frigorifero!
Credits_adobestock

Solitamente, dopo averla comprata la sciacquiamo sotto acqua corrente e la riponiamo nei cassetti inferiori del frigorifero, adibiti alla conservazione delle verdure e questo non è di per sé un errore. Tuttavia, ricordiamoci che la lattuga soffre la parecchia umidità e gli enzimi contenuti in altri cibi possono rovinarla vertiginosamente. Ecco perché potremo seguire questi due praticissimi metodi:

  • Lattuga intera: se vogliamo conservare il cespo di lattuga ancora intero, eliminiamo sin da subito le foglie più esterne, che tendono a marcire piuttosto facilmente. Eliminiamo eventuali parti annerite del gambo per poi sciacquarla a dovere sotto acqua corrente. Asciughiamo la lattuga con un canovaccio pulito per poi avvolgere l’intero cespo con un altro canovaccio, stavolta leggermente inumidito. Possiamo quindi conservare il tutto nei cassetti delle verdure e prelevare le foglie di lattuga che ci servono, di volta in volta, ricordandoci di inumidire spesso il canovaccio.
  • Lattuga sfogliata: se invece preferite conservare la lattuga già in foglie per questioni di comodità, eliminiamo le prime più morbide e vecchie, stacchiamo le altre fresche dal gambo e sciacquiamole sotto acqua corrente fredda. Asciughiamo ogni singola foglia con un canovaccio per poi porre sul fondo di un contenitore capiente di plastica qualche foglio di carta assorbente inumidito. Conserviamo le foglie di lattuga e ricopriamole con altri fogli di carta inumiditi. Chiudiamo il recipiente con il tappo ermetico e conserviamo nei ripiani bassi del frigo, ricordandoci di cambiare spesso la carta. Vedrete, la lattuga rimarrà fresca e croccante per quasi 10 giorni!