Tuo figlio passa troppo tempo davanti al cellulare? Ecco dei pratici consigli per aiutarlo

Se tuo figlio è un tutt’uno con il cellulare, ecco come puoi aiutarlo a gestire questa ‘dipendenza’: qualche consiglio pratico ed utile

Rispetto alla generazione precedente, quella attuale è nata in un mondo social. Già dall’età di 3/4 anni i bambini riescono a maneggiare con estrema disinvoltura dispositivi mobili come smartphone e tablet, imparando persino a chiamare o mandare degli sms. Se questo da una parte può essere visto come un cambiamento in positivo, considerando che la manualità dei dispositivi garantisce elasticità mentale già in tenera età, dall’altra tende a indebolire i rapporti, le connessioni umane e l’importanza del gioco manuale.

figlio dipendenza cellulare
Se tuo figlio è dipendente dal cellulare, ecco una utile guida per aiutarlo
Credits_adobestock

Specialmente tutti quei bambini che hanno vissuto in piena pandemia, hanno sviluppato tutte le esperienze basate sul distanziamento e isolamento. Quelli di oggi possiedono già dei propri dispositivi elettronici, pertanto il rischio che nostro figlio possa sviluppare una sorta di ‘dipendenza’ da PC, tablet o cellulare è alto. 

Come comportarsi quando notiamo che i nostri figli trascorrono troppo tempo davanti al piccolo o il grande schermo? Quali elementi possono tornare utili affinché possano ridurre le ore di gioco o di svago tramite cellulare? Scopriamo insieme qualche utile consiglio

Come affrontare la ‘dipendenza’ da cellulare con il proprio figlio: ecco qualche semplice consiglio

Se da una parte l’uso del cellulare o dei dispositivi elettronici può garantire elasticità mentale, dall’altra è indubbio il fatto che possa creare una vera e propria dipendenza, che presto o tardi andrà a ripercuotersi sul benessere psicofisico del bambino, sull’apprendimento e sulle relazioni che instaura. Non è sbagliato far utilizzare lo smartphone ai propri bambini, tuttavia bisogna educarli al fatto che non sia l’unica fonte di svago. Ecco perché oggi noi di Mammastyle abbiamo raccolto qualche consiglio che potrà tornarvi molto utile!(clicca qui per scoprire come comunicare efficacemente con un figlio adolescente)

dipendenza da cellulare
Ricordiamoci sempre di instaurare un rapporto di fiducia e collaborazione con i nostri figli: il No netto, senza spiegazioni non è mai la giusta soluzione.
Credits_adobestock
  • Spiega le motivazioni: non esiste errore peggiore da parte di noi genitori se non quello di privarli di qualcosa senza dare loro spiegazioni. Proviamo invece a conversare con i nostri figli spiegandogli il perché stare troppe ore davanti al cellulare possa essere un rischio, facciamolo nei minimi dettagli, in modo che ci sia alla base un canale comunicativo sano e forte.
  • Poni delle regole: il compito di noi genitori è quello di gettare le basi educative verso coloro che un domani saranno adulti e presumibilmente genitori. Ecco perché potremmo decidere di dedicare mezz’ora o un’ora al giorno facendo qualche attività con i nostri bambini lasciando i cellulari a casa, sia i nostri, sia i loro. In questo modo anche noi daremo il buon esempio e riusciremo a godere di meravigliosi momenti in famiglia, magari andando al mare, in campagna o semplicemente al parchetto vicino casa.
  • Disattiva le notifiche: sentire in lontananza quel piccolo ‘bing’ di notifica ricevuto è quanto di più deleterio possa esistere. Distrae i nostri bambini, non gli permette di focalizzarsi sui compiti o semplicemente su un attività ludica che possa in qualche modo tornargli utile. Ecco perché potrà tornare utile disattivare le notifiche da qualsiasi app, decidendo in partenza con i nostri piccoli quando sarà il momento più opportuno per trascorrere un po’ di tempo al cellulare. Ad esempio potremmo decidere con loro di trascorrere mezz’ora dopo pranzo sui social per poi riprendere il telefono in mano solo dopo aver fatto i compiti.