Una genovese così non l’hai mai provata. L’ingrediente principale sarà il polpo, una bontà unica!

Tutti parlano della classica genovese, ma nessuno conosce la sua variante più buona. Siamo certi che così non l’hai mai provata: l’ingrediente principale sarà il polpo.

Quando sentiamo parlare di genovese, la prima cosa a cui pensiamo è la buonissima pasta che veniva cucinata dalle nostre nonne. Quel ‘profumo’ particolare che si diffondeva in tutto il palazzo e che preannunciava l’inizio di un pranzo con i fiocchi. Chi è di Napoli sa quanto amore le nostre nonne mettevano nel preparare questo antico, ma buonissimo piatto e quanto tempo ci voleva per cuocerlo al punto giusto.

polpo
Una genovese da paura: il polpo sarà l’ingrediente principale, preparala in questo modo – Credits: Adobe Stock

Quella che vogliamo preparare noi sarà un po’ diversa dal solito e forse farà storcere un po’ il naso a molte persone della vecchia generazione quando sapranno che l’ingrediente principale non è la carne, ma il pesce, in particolare il polpo. Ma bisogna provare per credere e soprattutto ricredersi che è buonissima anche questa versione. Vediamo come cucinarla insieme.

Questa volta l’ingrediente principale non sarà la carne, ma il polpo: la tua genovese avrà un sapore diverso, ma buonissimo

La lista della spesa che dovremo fare è:

  1. 350 gr di rigatoni
  2. 2 kg di cipolle rosse
  3. 1 kg di polpo (fresco)
  4. 1 carota
  5. 1 sedano
  6. 1 bicchierino di vino bianco
  7. 1 mazzetto di prezzemolo
  8. 1 cucchiaio di aceto
  9. olio evo
  10. sale
  11. pepe
polpo
Le nostre nonne si ricrederanno parecchio quando assaggeranno questo magnifico piatto -Credits: Adobe Stock

Iniziamo tagliando a fette belle larghe le cipolle e mettiamole in una ciotola con dentro dell’acqua e un cucchiaio di aceto. Da parte puliamo il polpo come siamo soliti fare: eliminiamo gli occhi e la testa, e tagliamo a cubetti i tentacoli.

Sminuzziamo anche la carota e il sedano e mettiamoli in una padella, con sotto un po’ d’olio, e lasciamoli soffriggere. Aggiungiamo anche il polipo e lasciamolo insaporire a fuoco vivace per qualche minuto, prima di sfumare con il vino bianco. Scoliamo le cipolle e aggiungiamole al polpo in padella; chiudiamo il tutto con il coperchio e lasciamo cuocere a fiamma bassa per circa 2 ore.

Sciacquiamo e tritiamo il prezzemolo e aggiungiamolo, insieme al sale e pepe. Lasciamo mantecare per un altro po’ e poi spegniamo. Aggiungiamo la pasta precedentemente cotta e mescoliamo. Impiattiamo e serviamo: sarà buonissima!