Hai mai assaggiato le ‘pettole pugliesi’? Non sai cosa ti perdi, guarda qui!

Le ‘pettole pugliesi’ sono delle saporitissime frittelle che vengono preparate soprattutto nel periodo natalizio. Si servono come antipasto e sono così invitanti che una tira l’atra. Preparale e vedrai tu stessa quanto siano irresistibili.

Prepara questa ricetta e stupirai familiari e amici. Le pettole sono davvero facili e velocissime da preparare.

pettole pugliesi ricetta
Preparar le pettole pugliesi e le amerai: una tira l’atra!

Leggi anche: Ma che buoni i Mostaccioli: falli come a Napoli, sono una coccola golosissima

Quando vuoi organizzare un pranzo o una cena speciali oppure semplicemente vuoi gustare un piatto sfizioso e saporito allora non dovrai far altro che preparare questa fantastica ricetta tradizionale. Ci vorranno pochissimi minuti per portare in tavola una sfiziosità unica, ti assicuro che una pettola tira l’altra e che finiranno in un lampo. Scopriamo subito quali ingredienti occorrono per realizzar questa delizia (le dosi s’intendono per 4 persone):

  • 500 gr di farina tipo “00”.
  • 400 ml di acqua .
  • 10 gr di lievito di birra fresco.
  • 1 cucchiaino di sale.
  • Olio di semi per fritture q.b.

Leggi anche: Prepariamo i Roccocò: i dolci napoletani più buoni del mondo, il simbolo delle feste natalizie

Prepara le squisite pettole pugliesi e qualsiasi altro antipasto ti sembrerà nulla in confronto: sono eccezionali!

In poche mosse, porterai in tavola una sfiziosità mai vista. Sono sicura che le pettole piaceranno a tutti, grandi e piccoli ne andranno matti.

pettole ricetta
Vengono chiamate anche pettole di Santa Cecilia e si preparano dal 22 Novembre a Taranto per celebrare l’inizio del periodo natalizio. Puoi gustarle come antipasto con dei salumi oppure anche dolci coprendole di zucchero, crema o cioccolato!

Leggi anche: Hai mai mangiato ‘salsiccia e friarielli’? È il secondo piatto partenopeo ricco di gusto e di tradizione

Il procedimento per ricreare questa ricetta è davvero facile. Ti basterà seguire le mie indicazioni per ottenere un risultato saporito e super invitante. Ecco tutti i passaggi:

  • Prendi una ciotola e versaci all’interno la farina passandola attraverso un setaccio.
  • Fai sciogliere il lievito in un po’ d’acqua tiepida.
  • Crea una piccola montagna con la farina setacciata e versaci all’interno l’acqua con il lievito.
  • Versa l’acqua restante piano piano facendola scendere a filo e, con l’altra mano, comincia energicamente ad impastare.
  • Infine, aggiungi anche il sale e continua ad impastare per 15 minuti. Dovrai ottenere un impasto senza grumi ma molto appiccicoso.
  • Ora, copri il composto con un canovaccio pulito o con della pellicola trasparente. Attendi che lieviti per 2 ore.
  • Trascorso il tempo necessario, controlla l’impasto, se vedi che ci sono delle bolle e il volume è raddoppiato significa che è pronto.
  • Riempi un tegame con abbondante olio di semi. Scaldalo a fiamma media.
  • Quando sarà caldo, bagna un cucchiaio e preleva una piccola quantità d’impasto e forma una pallina. Fai scivolare la pallina nell’olio aiutandoti con le dita o con un altro cucchiaio.
  • Cuoci fino a doratura rigirando le palline di tanto in tanto. Vedrai che si gonfieranno e saranno belle dorate.
  • Quando saranno cotte, scolale e falle asciugare su un foglio di carta assorbente.
  • Impiatta e gusta le pettole pugliesi ancora calde, saranno croccanti fuori e morbidissime dentro.

Buon appetito!