Carciofi alla ‘matticella’: la ricetta romana che ti farà innamorare al primo assaggio

Questa è una ricetta tradizionale di un paese dei castelli romani, più precisamente di Velletri. Qui i carciofi si fanno solo alla ‘matticella’ e sono estremamente gustosi e saporiti, una vera bontà a cui non puoi e non devi assolutamente rinunciare.

Questo piatto nasce da un’antica tradizione. Velletri è un paese circondato dalle campagne e nasce sotto un alto e verdissimo monte. Qui i vignaioli, oltre alle viti, piantavano anche i carciofi e, quando arrivava il periodo di raccolta dell’uva, dovevano tagliare i tralci dei vigneti che, in dialetto, venivano chiamati ‘matticelli’. Una volta raccolti, venivano bruciati e i contadini approfittavano del falò per cuocere e gustare i carciofi.

carciofi alla matticella ricetta
Scommetto che non hai mai assaggiato i carciofi alla ‘matticella’ e non sai cosa ti sei persa: sono una squisitezza!

Leggi anche: Sbriciolona all’arancia: così tenera che si scioglie in bocca, è di una bontà estrema

Da qui nasce il nome di questo piatto tradizionale. I carciofi alla ‘matticella’ vengono cucinati tutt’ora e vengono spesso preparati anche quando si organizzano sagre e fiere nella provincia di Roma. Non puoi assolutamente perderti questa incredibile ricetta: è semplice seppur molto saporita ed invitante. Sono sicura che in famiglia piacerà a tutti, puoi anche prepararla per i tuoi ospiti facendogli assaggiare un piatto che sicuramente non hanno mai gustato prima. Per ricreare questa bontà useremo una varietà di carciofi chiamati ‘cimaroli’ (o ‘mammoli’). Questi sono tenerissimi e senza spine e si prestano perfettamente alla preparazione di questo piatto unico nel suo genere. Scopriamo tutti gli ingredienti che ti occorrono per realizzare questa squisitezza:

  • 10 carciofi cimaroli.
  • 2 spicchi d’aglio.
  • Foglie di menta fresche q.b.
  • Prezzemolo fresco tritato q.b.
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva.
  • Sale e pepe nero macinato q.b.

Leggi anche: Gnocchetti? Sì, ma di ceci? Ti svelo una ricetta che ti manderà fuori di testa, è spettacolare

I carciofi alla ‘matticella’ sono un tripudio di sapori e di semplicità unici, devi assolutamente provarli!

Questo piatto si prepara sulla brace ma, se necessario, puoi cuocere i carciofi anche al forno, tieni presente però che il gusto sarà leggermente diverso.

carciofi brace
Anche al forno i tuoi carciofi alla ‘matticella’ saranno buonissimi!

Leggi anche: Polpette di melanzane alla Borghese: il noto chef svela il suo segreto per renderle davvero speciali

Il procedimento non potrebbe essere più semplice, non dovrai far altro che seguire le mie indicazioni:

  • Comincia pulendo i carciofi. Taglia i gambi lasciando una lunghezza di circa 5 cm dalla testa.
  • Mettili a bagno in una ciotola capiente con dell’acqua fredda ed un pizzico di bicarbonato di sodio. Poi, sciacqua e scolali.
  • Trita l’aglio finemente e fa’ lo stesso con il prezzemolo e la menta.
  • Prendi un carciofo alla volta e, con le mani, cerca di aprire leggermente la parte centrale.
  • Distribuisci un cucchiaino di menta, prezzemolo e aglio tra le foglie, aggiusta di sale e pepe e nel centro versa un po’ d’olio d’oliva.
  • Ora passiamo alla cottura alla brace: disponi i carciofi direttamente sui carboni ardenti in modo che rimangano belli dritti e cuoci per circa 30 minuti.
  • Se vuoi cuocerli in forno, accendilo prima di cominciare la preparazione in modo che si scaldi per bene. In questo caso, per una questione di comodità, meglio rimuovere del tutto i gambi. Imposta la temperatura a 180°C e scegli la modalità ventilata. Poni i carciofi in una pirofila ben oleata, copri con della carta stagnola e cuoci per circa un’ora. 
  • Gusta i tuoi buonissimi e saporitissimi carciofi alla ‘matticella’.

Buon appetito!